Coronavirus

ROMA – Sono ancora in crescita, seppur in maniera ridotta rispetto alla scorsa settimana, i dati legati ai nuovi casi di infezione da Covid-19. nella settimana che va da mercoledì 6 e martedì 12 gennaio in Italia si sono registrati 121.263 nuovi contagi in aumento rispetto ai 114.144 di sette giorni prima. Si tratta di un incremento settimanale del 6,2%.

I dati peggiori sono quelli che si registrano in Sicilia, che passa da da 8.253 a 12.041 (+46%), in Calabria da 1.919 a 2.465 (+28,4%), in Sardegna da 1.853 a 2.166 (+16,8%), in Friuli da 3.923 a 4.575 (+16,6%), in Lombardia da 13.900 a 16.121 (+16%). In risalita anche i contagi in Campania che va da 6.664 a 7.601 (+14%), nelle Marche da 3.451 a 3.860 (+11,8%) e in Puglia da 7.532 a 8.131 (+8%). Sono solo tre le regioni che evidenziano una riduzione dei casi: il Molise (da 373 a 370 casi), la Provincia di Trento (da 1.377 a 1.243) e, dopo giorni di assoluta preoccupazione, il Veneto (da 24.008 casi a 19.738).

Le altre regioni non citate hanno avuto aumenti inferiori che ne sanciscono una sorta di stabilità. Tra queste troviamo anche il Piemonte. La Regione amministrata da Alberto Cirio è passata da 6.430 a 7.078 con poco meno di 500 unità in più da una settimana all’altra.

adv-134