Possibile parcheggio interrato piazza Garibaldi: da martedì ispezioni col georadar per eventuali reperti
adv-96

ALESSANDRIA – Importante passo avanti nel lungo iter procedurale in vista del possibile parcheggio interrato in piazza Garibaldi. Questi martedì e mercoledì sono in programma delle ispezioni sotterranee col georadar nella parte rialzata della piazza. Attraverso delle onde elettromagnetiche questo strumento verificherà l’eventuale presenza sotterranea di reperti archeologici, un aspetto decisivo per il possibile “via libera” della Soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio.

Da mezzanotte fino alle 18 di martedì saranno istituiti il divieto di fermata con rimozione forzata e di transito nella mezza sede rialzata di piazza Garibaldi, lato ovest (verso i giardini comunali). Da mezzanotte sino alle 18 di mercoledì si procederà con l’ispezione della seconda metà della piazza, con gli stessi provvedimenti viabili ma nel lato opposto, quello verso il palazzo con l’orologio. “Vogliamo recare meno disagi possibili ai cittadini” ha sottolineato l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini “queste ispezioni saranno a carico della ditta incaricata dei futuri lavori. in questi mesi le interlocuzioni sono andate avanti e vorrei portarle a compimento dal punto di vista tecnico”. 

adv-492

“Il parcheggio interrato rappresenta una grande sfida” ha aggiunto l’esponente della Giunta Cuttica “qualora arrivasse il sì della Soprintendenza, prima di procedere coi lavori sarà avviato un confronto aperto e trasparente coi cittadini e con le attività della piazza. Il parcheggio interrato ne rivoluzionerebbe infatti l’intero assetto. Per questo sarà fondamentale trovare un punto di incontro con le attività commerciali e gli abitanti, riducendo al minimo i disagi. Vogliamo ascoltare tutti, nessuno sarà ignorato. Sarebbe una grande opera pubblica che non graverebbe sulle casse comunali, visto che la ditta che gestirà il parcheggio introiterebbe i proventi nei successivi 20/25 anni. Sarebbe un parcheggio riscaldato d’inverno e con l’aria condizionata d’estate, dotato di bagni pubblici. Nel frattempo il mio assessorato non è certo concentrato solo su questo. Ricordo infatti che” ha concluso Barosini ” quando il clima lo consentirà scatteranno i lavori di ripristino di diverse strade, già autorizzati”.

adv-736