Un camion del Cociv perde il carico vicino Novi Ligure: attivate le procedure di sicurezza
adv-259

NOVI LIGURE – Nella giornata di ieri, venerdì 14 maggio 2021, un camion del Cociv ha perso parte del suo carico lungo la SP 152 in frazione Marella a Novi Ligure. Il Comune ha per questo attivato le procedure di sicurezza previste da parte della Polizia Municipale che hanno portato alla chiusura della strada per consentire gli interventi di recupero del materiale caduto al suolo. Anche la Provincia è intervenuta per competenza sul tratto stradale interessato attuando la chiusura del tratto viario per consentire la messa in sicurezza.

Al momento stanno proseguendo le operazioni di raccolta del materiale sversato adottando fin dal principio precauzionalmente, come da protocollo, l’organizzazione delle lavorazioni come se si fosse in presenza di materiali pericolosi“, fanno sapere dal Comune di Novi Ligure. Gli operai stanno lavorando per rendere disponibile la strada il prima possibile dato che solo “a sede stradale sgombra sarà possibile valutarne le condizioni e procedere, qualora necessaria, alla bonifica del manto e del fosso laterale“.

L’amministrazione novese sottolinea inoltre che “il terreno sversato corrisponde a quello campionato e sottoposto a rapporto di prova n. 1001 del 2021 e consiste in materiale di scavo a granulometria finissima di colore grigio con frammenti litoidi con contenuto di amianto totale inferiore ai 120 mg/kg e pertanto sotto soglia. Il materiale trasportato pertanto avrebbe potuto solo contenere eventuali quantità di amianto sotto la soglia di legge di 1000 mg/kg in quanto, per garantire invece la sicurezza durante il trasporto delle terre classificate come rifiuto speciale, e quindi contenenti amianto sopra la soglia di legge, le terre vengono messe in big bags (sacchi speciali chiusi ermeticamente) confezionati in un’area di cantiere dedicata per poi essere trasportati alla discarica di destinazione“.

Sono comunque stati messi in atto monitoraggi dell’aria presso l’area di lavoro, presso i ricettori sensibili e l’area del parcheggio del supermercato benché distante dal punto di sversamento; si procederà con campionature sul luogo al fine di determinare con sicurezza l’assenza o meno di pericolo. “Alla luce di quanto avvenuto l’Amministrazione intende formalmente richiedere al Cociv di sensibilizzare le ditte affidatarie dei trasporti perché episodi come questo non si debbano più ripetere e invita a ragionare ulteriormente sulle modalità di trasporto al fine di verificare la possibilità di inserire delle procedure migliorative che evitino rischi e ricadute sulla percezione di pericolo della collettività“, conclude la nota del Comune di Novi Ligure.