Cirio duro con i no vax di Novara che hanno evocato i lager nazisti: “Inaccettabile manifestare così”

PIEMONTE – “Manifestare è un diritto, farlo in questo modo è inaccettabile“. Alberto Cirio condanna duramente la manifestazione no vax che si è tenuta a Novara nella giornata di ieri, domenica 31 ottobre, in cui i partecipanti hanno rievocato i lager nazisti e la deportazione degli ebrei paragonandoli all’obbligo di Green Pass.

L’Italia è un Paese libero. Ma questa libertà, la nostra, non è stata gratuita. Ha avuto un prezzo, altissimo, che altre persone hanno pagato per noi. Sulla loro pelle. Per chi è stato rinchiuso in un campo di sterminio le tute a righe, il marchio dell’inchiostro, il filo spinato, non sono stati i travestimenti di una carnevalata vergognosa“, ha aggiunto.

Il governatore del Piemonte ha poi concluso: “Gli incubi la storia li fa vivere reali. Ma questo chi ieri ha manifestato a Novara non lo sa. Vorrei che ognuno di loro ascoltasse la voce di chi oggi è memoria. Vedesse con i propri occhi cosa è veramente l’orrore. Perché contro il Covid abbiamo trovato un vaccino. Ma contro l’ignoranza la strada è ancora lunga”.

adv-754