Lamentele per l’hub della Valfrè chiuso: “Abbiamo trovato tutto sbarrato”. Ma era annunciato

ALESSANDRIA – “Avevamo l’appuntamento ma abbiamo trovato tutto chiuso“. Questa la lamentela di un gruppetto di cittadini che, nella mattinata di venerdì 26 novembre, si è recato all’hub vaccinale dell’ex Caserma Valfrè trovando i cancelli sbarrati. Una chiusura programmata, come si legge sia sul sito dell’Asl che su quello della Regione Piemonte. Per il restante mese di novembre, infatti, i giorni di apertura del polo sanitario sono quelli del 27, 29 e 30. Ma come è possibile che molti avessero la prenotazione proprio per il giorno di chiusura?

Secondo l’Asl si tratterebbe di un problema di comunicazione. La prenotazione vaccinale, infatti, sarebbe stata effettuata prima della decisione della chiusura. Da qui il misunderstanding primordiale. L’Azienda sanitaria locale, che gestisce quotidianamente una mole importante di prenotazioni in tutta la provincia di Alessandria, ha un team dedicato alle comunicazioni. “Premesso che i dati e i contatti di coloro che aderiscono arrivano in Asl, la mancata comunicazione può avere svariate spiegazioni. Su tutte il mancato inserimento (facoltativo, ndr) o l’inserimento errato del proprio numero di telefono“. Ma sono anche altre le possibili cause “tra cui una mancata risposta alla chiamata o un sms non letto“.

Il 26 novembre, secondo il calendario fornito dall’Asl, gli hub aperti sono quelli di Valenza (9-12), di Casale Monferrato (9-12), di Novi Ligure (9-12), di Ovada (9-12) e di Castellazzo Bormida (9-12).