Anche cinque musei dell’Alessandrino finanziati per essere più accoglienti, innovativi e fruibili

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – In tutto il Piemonte sono 27 i musei che riceveranno un contributo dalla Regione per la riqualificazione degli spazi espositivi e per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Tra questi anche cinque presenti in provincia di Alessandria. Tali finanziamenti serviranno a mettere in sicurezza i locali e a migliorare l’accessibilità per le persone diversamente abili, ma anche per adeguare la rete digitale e la creazione di nuovi percorsi con guide specializzate.

Il segmento di investimenti economici per rendere più fruibili i luoghi della cultura, in particolare quelli espostivi, era stato abbandonato da 7 anni. Dopo il bando aperto nel luglio scorso oggi abbiamo assegnato i contributi con un investimento di 404.907 euro“, hanno sottolineato il Presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura Turismo e Commercio, Vittoria Poggio. “Con il contributo pubblico abbiamo sostenuto diversi progetti, tra i quali la creazione di nuove visite guidate, percorsi per disabili, l’impiego di tecnologie digitali con l’obiettivo di aiutare i nostri musei ad essere competitivi in un momento di rilancio delle attività dopo il periodo di chiusura“, hanno poi concluso.

In provincia di Alessandria riceveranno finanziamenti il museo civico archeologico di Acqui Terme dove saranno esposti artefatti in 3D, sarà resto accessibile lo spazio museale con visite in autonomia audioguidate per un’esperienza inclusiva. Per questo saranno stanziati 16.400 euro. Il museo teatro della scienza di Alessandria riceverà 26.539 euro per rendere accessibile lo spazio museale con visite in autonomia audioguidate per un’esperienza immersiva.

adv-46

Il museo civico di Casale Monferrato che ha presentato un progetto per rendere accessibili i beni archeologici attraverso un armadio interattivo con riproduzione di reperti egizi in stile «WunderKammer» in modo da ricreare l’atmosfera del collezionismo di fine Ottocento in un’ottica divulgativa e didattica riceverà 20 mila euro; mentre saranno 38 mila i fondi stanziati per il museo dei Campionissimi di Novi Ligure dove è previsto di trasformare una sala del museo (250mq) come spazio educativo permanente per i giovani dai 6 ai 24 anni: servizi educativi per i più piccoli, area per studenti anche in DAD, universitari che vogliano seguire lezioni a distanza, sostenere esami e gruppi di studio. Previsto allestimento di postazioni unitarie fonoassorbenti, aree ludico ricreative, zona video conferenze.

Infine riceverà 40 mila euro il museo degli antichi mestieri e del gioco palla tamburello di Basaluzzo dove è previsto l’abbattimento delle barriere architettoniche e la digitalizzazione a favore di persone diversamente abili e virtual tour.

Photo by Igor Miske on Unsplash