Escono per andare a pattinare e non rientrano a casa. Ore di apprensione a Casale per due 13enni  
adv-39

CASALE MONFERRATO – Lunghe ore di apprensione per le famiglie di due ragazze casalesi di 13 anni che questa notte non sono rientrate a casa dopo essere uscite insieme. Le due giovani erano andate a pattinare alla pista di ghiaccio. Sarebbero dovute rientrare alle 21 della sera di Natale ma non l’hanno fatto.

adv-41

Quando questa mattina i genitori delle due giovani hanno denunciato la scomparsa ai Carabinieri di Casale Monferrato sono immediatamente scattate le ricerche. Le attività, coordinate dal Maresciallo Capo Anna Ciccotti, hanno impegnato cinque pattuglie, anche delle stazioni Carabinieri dei paesi vicini alla città monferrina e i volontari della Protezione Civile di Casale Monferrato.

Allertati dal Comandante della Compagnia di Casale, il Capitano Christian Tapparo, anche il sindaco di Casale, Federico Riboldi, e il coordinatore della Protezione Civile di Casale, Enzo Amich, si sono subito resi disponibili per ritrovare le due ragazze, insieme a militari e volontari.

Appena ho ricevuto la chiamata ho raggiunto l’ultimo luogo dove era stato agganciato il telefono di una delle due ragazze, vicino al Comando della Polizia Locale di Casale”, ha raccontato Amich. Mentre Carabinieri e Protezione Civile erano ancora alla ricerca delle giovani è poi arrivata una chiamata che ha permesso a tutti di tirare un sospiro di sollievo. “Intorno alle 10.30, circa un’ora e mezzo dopo l’avvio delle ricerche – ha aggiunto Enzo Amich – una delle due giovani ha chiamato la madre, in quei minuti ancora dai Carabinieri e l’ha avvisata che era rientrata a casa insieme all’amica”. Per fortuna le due giovani stanno bene, ha spiegato ancora il coordinatore della Protezione Civile di Casale. Saranno ora i Carabinieri a chiarire perché le sue giovani non sono rientrate e dove hanno trascorso la notte.