Il Comitato PalaFerraris all’attacco: “Atteggiamento sprezzante del Comune e di Energica”
adv-599

CASALE MONFERRATO – Il Comitato PalaFerraris affila le armi in vista del consiglio comunale che si terrà questa sera, mercoledì 26 gennaio 2022, a Casale Monferrato. L’appuntamento affronterà la discussione della mozione che chiede il ritiro della delibera realativa alla sponsorizzazione della società “Casale Sport srl”. Un documento che prevede inoltre “di aggiungere, ma nei fatti “sostituire”, l’attuale denominazione di “Palazzetto dello Sport Paolo Ferraris” con “PalaEnergica”“.

Secondo il comitato sarebbe già pronto il lancio del bando per la realizzazione e la installazione dell’insegna “PalaEnergica” sulla facciata del Palazzetto stesso, “in aperta contraddizione con quanto contenuto nella delibera del 23 settembre 2021, che prevede comunque il mantenimento dell’attuale intitolazione a ‘Paolo Ferraris’, sia sulla facciata dell’impianto sportivo, sia in ogni forma di comunicazione ufficiale“.

L’associazione avrebbe preferito un finanziamento a beneficio della società Casale Sport srl senza oscurare la memoria di Paolo Ferraris. “La nuova insegna – spiega – aggiungerebbe ai già cospicui finanziamenti un costo per Energica di altre decine di migliaia di euro, quando la stessa ha recentemente dichiarato che avrebbe sospeso ogni nuova sponsorizzazione per i noti motivi congiunturali. Quanto affermiamo è a tutela delle società e associazioni sportive fruitrici delle strutture sportive e nei confronti del pubblico poiché senza Paolo Ferraris non ci sarebbe alcun palazzetto di cui ci preme una corretta gestione amministrativa“.

adv-914

Ad incrementare il fastidio del comitato anche le tempistiche che hanno portato a questo possibile cambiamento, dall’ “oscuramento di fatto del nome di Paolo Ferraris deciso in prossimità del 25° anniversario della mortealla “presentazione della sponsorizzazione e del rendering della nuova intitolazione il giorno prima della delibera” che verrà discussa in consiglio comunale oltre alla “predisposizione del bando prima della discussione della mozione in Consiglio comunale, a lungo procrastinata“.

Sulla vicenda nel complesso il Comitato avrebbe preferito un approccio diverso da parte di Energica e dal Comune, “volto a incrementare gli aiuti alle aziende, ai cittadini, soprattutto alle fasce deboli“. A fronte quindi, attacca e conclude l’associazione, “dello sprezzante atteggiamento adottato dall’Amministrazione Comunale e dalla Governance di Energica di ignorare le nostre ultime iniziative ci riserveremo di adire ulteriori verifiche nei confronti degli organismi di controllo“. Per continuare a difendere il nome di Paolo Ferraris infine il Comitato sabato 29 gennaio, dalle 9.30 alle 12.30 sarà a San Salvatore in Piazza Gen. Carmagnola per una raccolta di adesioni.