Una mostra digitale svela i furti ai danni degli ebrei compiuti in nome del fascismo
adv-685

ALESSANDRIA – Anche la  provincia di Alessandria ha conosciuto l’orrore del razzismo e delle persecuzioni. La ferocia e l’avidità del fascismo si sono manifestate anche sul territorio come dimostrano i documenti che oggi l’Archivio di Stato ha pubblicato sulla propria pagina Facebook e sul proprio sito. Una mostra digitale in occasione della giornata della Memoria che mostra i provvedimenti contro alcune famiglie ebree. Si tratta in particolare di una serie di documenti che certifica i beni mobili contenuti in 5 cassette di sicurezza. Allora il “Decreto legislativo del Duce 4 gennaio 1944-XII, n. 2” prevedeva “Nuove disposizioni concernenti i beni posseduti dai cittadini di razza ebraica”. In sostanza venivano confiscati gli oggetti preziosi delle persone e delle famiglie ebree che passavano quindi allo Stato senza nulla in cambio.

adv-116

Come è possibile vedere dalle immagini si tratta di 5 cassette di sicurezza della allora Banca Commerciale Italiana.

adv-511