A San Salvatore una panchina gialla per sensibilizzare i cittadini sull’endometriosi

SAN SALVATORE MONFERRATO –  È stata inaugurata sabato mattina a San Salvatore Monferrato la panchina gialla sistemata nel piazzale di San Rocco, invia Ollearo, per sensibilizzare i cittadini sull’endometriosi, una malattia fortemente invalidante che affligge molte donne ma che è ancora poco conosciuta. In Italia, l’associazione “La voce di una è la voce di tutte” diffonde informazioni e promuove l’istallazione della panchina gialla “Endopank” in parchi, piazze o lungo le strade di paesi e città per far sentire meno sole le donne affette da questa malattia, le cui cure sono scarse e ancora poco efficaci. Uno degli obiettivi è prevenire l’endometriosi nelle giovani donne, attraverso diagnosi precoci, al fine di evitarne il peggioramento con danni permanenti e invalidanti.

adv-858

Insieme alla panchina, sabato a San Salvatore è stata presentata anche la prima area floreale che i volontari dell’associazione “Ex Allieve Salesiane” hanno adottato nell’ambito del progetto “Pollici Verdi”. L’area verde, adornata con fiori gialli e piante a cespuglio creerà un colorato contorno alla panchina gialla, riqualificando l’angolo del rione San Siro.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto per la cura del verde in questo piazzale – ha affermato in una nota, pubblicata sul sito del Comune di San Salvatore, il sindaco Corrado Tagliabuee ancora di più per essere uno dei primi comuni in Piemonte a dedicare uno spazio la panchina gialla, il cui fine è creare cultura e sensibilizzazione verso un problema sottovalutato, ma presente da tempo. Per decenni questa malattia è stata sottaciuta, per pudore e forse anche per ignoranza; così la ricerca scientifica non ha potuto iniziare in modo serio, con risultati utili a contrastarla. Prima della soluzione è necessario far emergere il problema e questo è ciò che, nel nostro piccolo, anche noi a San Salvatore Monferrato vogliamo fare: adesso i dati iniziano ad esserci, le donne si sottopongono a controlli e si sta alimentando conoscenza, e il risultato è che la ricerca inizia a fare progressi. La salute è un diritto e dobbiamo fare in modo che sia di tutti, anche delle donne che sono affette da endometriosi”.

 

Foto tratte dalla pagina Facebook “San Salvatore in rete”