La suggestiva tratta Genova-Casella alla scoperta dell’entroterra ligure

GENOVA – In Liguria esiste una ferrovia davvero suggestiva. Si tratta di un percorso immerso nella natura su una tratta storica risalente all’inizio del Novecento. Parliamo della Genova-Casella, che collega il centro del capoluogo ligure con il suo entroterra, facendo capolinea nell’alta valle Scrivia. Il tracciato è lungo poco più di 24 chilometri ed effettua un percorso prevalentemente montano attraverso le valli Bisagno, Polcevera e Scrivia regalando scorci davvero unici. Oltre ai comuni di Genova e Casella, che sono i due capolinea, la linea ferroviaria, riaperta nel 2016 dopo una temporanea chiusura di tre anni, attraversa anche i territori dei comuni di Sant’Olcese e Serra Riccò.

La linea Genova-Casella si dirama, nella prima tratta, lungo la bisagnina, la linea di fortificazioni che costituisce parte del nucleo levantino dei forti e delle mura di Genova. Una volta passata la galleria Trensasco, in Valpolcevera, si inizia a salire in maniera importante sino a Sant’Olcese. La breve galleria Crocetta immette il treno in Valle Scrivia. Da lì in poi il convoglio porterà sino a Casella.

Sono otto le corse previste nei periodi festivi e in partenza da Genova Pizza Manin. La prima corsa è alle 9 mentre l’ultima è alle ore 19.05. Al contrario per chi volesse tornare nel capoluogo ligure da Casella il primo treno disponibile è alle 7.35 mentre l’ultimo è alle 19.10 (scarica qui l’orario estivo completo). Il prezzo del biglietto varia dai tre euro sino ai 22 del pacchetto per cinque persone e che permette di scendere e risalire a ogni fermata.

Foto Facebook dell’Associazione Amici Ferrovia Genova-Casella