La produzione Pernigotti rimane a Novi e sinergie con Walcor: sindacati soddisfatti
adv-147

NOVI LIGURE – Buone notizie per la storica azienda di cioccolato Pernigotti di Novi Ligure. Lo fanno sapere i sindacati che hanno riferito della riunione sul futuro dello stabilimento. All’incontro, cui era presente anche Jp Morgan/Walcor, sono stati illustrati, su sollecitazione del Ministero del Lavoro, i piani di sviluppo che prevedono il mantenimento della produzione a Novi e sinergie con Walcor.

Le organizzazioni sindacali, Cgil, Cisl e Uil, hanno accolto positivamente quanto annunciato dai futuri proprietari della Pernigotti e hanno chiesto al Ministero del Lavoro di velocizzare la procedura per la concessione della cassa integrazione straordinaria affinché l’azienda novese di cioccolato possa ritornare sugli scaffali prima possibile. “Dopo molti anni è stato finalmente presentato un piano industriale dettagliato e di prospettiva che valorizza il marchio storico Pernigotti, rilancia la produzione dello stabilimento di Novi Ligure e tutela i livelli occupazionali attualmente in forze, con importanti prospettive di formazione e riqualificazione professionale. Accogliamo quindi positivamente l’acquisizione da parte di J.P. Morgan e la sinergia con Walcor esplicitata nel piano strategico presentato oggi, auspicando una sua rapida attuazione” hanno rimarcato Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil.

L’accordo prevede la cessione dell’intero pacchetto azionario e degli asset Pernigotti e punta all’immediata riapertura della fabbrica piemontese. Il closing è previsto entro la fine di settembre, nel frattempo riprendono le produzioni del sito di Novi Ligure, per garantire la prossima campagna natalizia. “In attesa di valutare attentamente i contenuti del piano entro il prossimo incontro, previsto per il 12 settembre, auspichiamo una valutazione positiva anche da parte della direzione generale degli ammortizzatori sociali, per la proroga della cassa integrazione scaduta lo scorso 30 giugno” concludono i sindacati.