Il tortonese Cattelan crea la nuova casa editrice “Accento”

ITALIA – Un nuovo progetto per il tortonese Alessandro Cattelan, questa volta non legato alla tv o alla radio: il conduttore è infatti il fondatore di Accēnto, una nuova casa editrice, la cui direzione editoriale è stata affidata allo scrittore, editor e autore Matteo B. Bianchi. Nello staff della casa editrice anche Eleonora Daniel (caporedattrice/editor), Ludovica Sauer (social media manager) e Cecilia Bianchini e Giovanni Cavalleri (grafica).

adv-149

Cattelan non ha mai nascosto il suo interesse per la lettura: su Instagram, tra l’altro, tiene una rubrica in cui consiglia libri, ed è lui stesso autore (per Mondadori e Gallucci). Dal canto suo, Matteo B. Bianchi, fondatore della rivista ‘tina, con cui già dal 1996 si occupa di scouting letterario, è anche autore del podcast Copertina (storielibere.fm), che conta più di sessanta episodi.

L’obiettivo di Accēnto è “porre l’attenzione – mettere l’accento – sui giovani talenti in Italia e nel mondo e, dall’altro, restituire spazio ai titoli meno recenti della letteratura mondiale ingiustamente scomparsi o mai arrivati sui nostri scaffali“, si legge sul sito di IlLibraio.it.

Tre sono le collane previste: “accento acuto“, dedicata agli esordienti; “accento grave“, che dà spazio ad autori e libri dimenticati, da riscoprire; “dieresi“, che comprende titoli di saggistica dedicati agli argomenti più eterogenei.

Tre libri i primi libri in uscita: “Senza respiro” della 27enne Raffaella Montana (un romanzo d’esordio sul dolore della malattia); “Tutto ciò che poteva rompersi” di David Valentini (che, dopo alcuni racconti apparsi su riviste, propone un libro composto da una serie di racconti interconnessi dalle vite dei protagonisti, testi che parlano di precarietà generazionale e del desiderio antico di avere una casa, un lavoro e una famiglia); “Manuale di caccia e pesca per ragazze” di Melissa Bank, che uscì in Italia nel 1999, e che ora è riproposto con una prefazione di Paolo Cognetti.

Ho fondato una casa editrice che si occuperà di narrativa italiana ed internazionale e che avrà come missione quella di porre l’accento su nuove voci esordienti. Si chiama Accento e dal 26 ottobre troverete i primi libri in libreria. Spero vi piaceranno” ha spiegato Alessandro Cattelan.