Casale in lutto per la scomparsa di Gianni Calvi. Il sindaco Riboldi: “Ci lascia un profondo patriota monferrino”

CASALE MONFERRATO – La scomparsa di Gianni Calvi ha profondamente addolorato la comunità casalese. Calvi, 75 anni, insegnante in pensione, era presidente di Orizzonte Casale, associazione di promozione culturale e turistica e aveva ricoperto anche numerosi incarichi nell’amministrazione pubblica, sia come assessore che come consigliere.

Era “un grande casalese, profondo patriota monferrino, uomo che ha fatto della coerenza la linea guida della propria vita” ha sottolineato il sindaco di Casale, Federico Riboldi.
“A lungo amministratore della nostra comunità – ha ricordato il Primo cittadino – seppe lasciare quando si accorse che la salute non gli avrebbe consentito di continuare a svolgere il suo ruolo in piena operatività e per favorire il ricambio generazionale. Sarei stato ancora molte ore ad ascoltare dalla sua viva voce racconti del nostro Monferrato, che dal punto vista storico ha trovato in lui un cultore superbo. Indimenticabili le sue visite guidate ai monumenti cittadini, condite da aneddoti e da un amore limpido per la città trasmesso sempre con entusiasmo”.

Casale, ha quindi concluso il sindaco Federico Riboldi, non scorderà “l’impegno a tutto tondo per la comunità” di Calvi e proseguirà “nel solco tracciato” dal presidente di Orizzonte Casale.

adv-36