Muore dopo essere stata dimessa dal pronto soccorso di Novi, Fornaro (Pd): “Ministro invii gli ispettori”
adv-19

NOVI LIGURE – Come ha rivelato oggi il quotidiano “La Verità“, la Procura della Repubblica di Alessandria sta indagando per ricostruire la vicenda di una signora di 76 anni residente a Genova che, lo scorso 26 dicembre, si è presentata al Pronto Soccorso di Novi Ligure con i sintomi di un enfisema e, dopo essere stata dimessa, è purtroppo mancata poche ore dopo. Nel mirino è finito un medico gettonista, una 37enne ingaggiata dalla cooperativa Amaltea di Vercelli. Secondo quanto riportato dal quotidiano, nel foglio di uscita riferito alla 76enne la professionista avrebbe consigliato una “visita pneumologica di controllo”, rimandando la paziente al medico curante.

adv-312

L’informativa di reato è stata inviata alla Procura della Repubblica dai Carabinieri di Gavi. Su questa vicenda si è subito attivato il deputato di Articolo 1 dell’ufficio di Presidenza del gruppo PD Italia Democratica e Progressista, Federico Fornaro. Il politico della nostra provincia ha inviato una lettera al ministro della Sanità Orazio Schillaci con una richiesta di invio di ispettori ministeriali in merito alla gestione dei pronto soccorso da parte delle cooperative vincitrici di appalto. “La dottoressa che ha trattato la paziente sarebbe iscritta nel registro degli indagati per omicidio colposo” si legge nella lettera dell’esponente di centrosinistra “il servizio di Pronto Soccorso dell’ospedale di Novi Ligure è appaltato alla cooperativa Amaltea di Vercelli che, nel caso specifico, stando alle fonti giornalistiche, ha utilizzato per il servizio di emergenza un medico senza la necessaria specializzazione”.

“La cooperativa non è nuova a situazioni del genere: nell’ottobre scorso ha prestato servizio di pronto soccorso un medico sospeso dall’esercizio della professione dall’Ordine dei medici di Genova. Sono con la presente a chiederle, di fronte a questi fatti, l’avvio di una ispezione urgente all’Azienda sanitaria locale di Alessandria, da cui dipende il pronto soccorso di Novi Ligure, per fare piena luce sull’attività delle cooperative vincitrici di appalto, con particolare riferimento alle attività di pronto soccorso in diversi ospedali dell’Asl di Alessandria” ha concluso Fornaro.

adv-358