Dall’1 febbraio a Serravalle i “Mercoledì della salute” per spazzare i pregiudizi sociali verso alcune malattie
adv-660

SERRAVALLE SCRIVIA – A partire dal 1° febbraio 2023 si terrà, nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo “Martiri della Benedicta” di Serravalle Scrivia, in via San Rocco,1, un ciclo di incontri denominati I mercoledì della salute. Lo scopo di questi incontri è quello di promuovere l’associazione “Il Tiretto col cuore” con sede a Novi Ligure che si occupa di persone afflitte da fragilità psicologiche e problemi di relazione. L’iniziativa di altissimo profilo vanta il patrocinio del Comune di Serravalle Scrivia, della Provincia di Alessandria, dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte e Valle d’Aosta, dell’associazione nazionale “Donne Medico Italiane”, dell’Auser Inieme per Serravalle e dell’Auser provinciale di Alessandria e del Basket club di Serravalle Scrivia oltre che alla rivista online dell’associazione culturale serravallese Chieketé.

L’associazione “Il Tiretto nel cuore” ha ideato attraverso “I mercoledì della salute” un percorso divulgativo di medicina sociale rivolto alla cittadinanza oltreché, naturalmente, a chi opera nei servizi sociosanitari e, in particolare ai medici di base. Tuttavia, determinando tali spettri patologici anche un forte impatto sulla società nella quale si sviluppano, gli organizzatori si rivolgono, inoltre, ai giornalisti e ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, affinché intervengano per proporre il proprio fondamentale patrimonio di esperienza sul campo.

IL PROGETTO

Il progetto “I mercoledì della salute” si svilupperà attraverso una serie di incontri programmati in appuntamenti serali che, grazie alla logistica messa gratuitamente a disposizione dalla Dirigenza Scolastica dell’Istituto Comprensivo Martiri della Benedicta”, si terranno nell’aula magna della scuola in via San Rocco,1 a Serravalle Scrivia (AL). Gli appuntamenti saranno otto , ogni mercoledì, a decorrere dal primo febbraio 2023, dalle 17, alle 19. (Il 1° febbraio l’inaugurazione avrà inizio alle ore 16.00). A questi appuntamenti si aggiungeranno le mattine di sabato 11 febbraio e sabato 25 marzo 2023, dalle 09 alle 13.

Scopo fondamentale di queste serate è quello di sensibilizzare il pubblico presente sul danno enorme che il pregiudizio sociale verso determinati tipi di malattia (quella mentale su tutte, ma non meno stigmatizzate sono, per esempio, anche l’obesità e l’anoressia), provoca a quanti già soffrono per le gravi patologie da cui sono afflitti. Un atteggiamento sbagliato e privo di alcun fondamento scientifico che, lontano da ogni più elementare forma di solidarietà umana, contribuisce a relegare le Persone malate ai margini della Comunità in cui vivono, negando loro i basilari diritti di uguaglianza tra tutti i cittadini previsti dalla nostra Costituzione.

«Serravalle Scrivia – afferma il sindaco Luca Biagioni è orgogliosa di ospitare e patrocinare una manifestazione unica come “I mercoledì della salute” in quanto mai realizzati prima in provincia di Alessandria. L’amministrazione comunale serravallese si sente oltremodo fiera di sostenere questa iniziativa poiché le consente di dimostrare nei fatti come anche un organismo generalmente considerato alla stregua di un oggetto sterile, fatto di sola burocrazia, possa invece essere in grado di provare una sincera empatia sia verso le categorie cosiddette “fragili” di cittadini- ossia coloro che soffrono (nel caso di specie, di quelle affette da fragilità psicologiche e psichiatriche)- sia verso quelle Associazioni fatte di persone che, ancor più disinteressatamente, se ne prendono cura impegnando tempo e risorse non soltanto economiche, per garantire loro un futuro fatto di dignità e autonomia e nello specifico mi riferisco a chi ha saputo ideare, proporre e promuovere questa iniziativa: l’associazione “Il Tiretto col cuore” di Novi Ligure».

L’OBIETTIVO

Il tratto qualificante dell’iniziativa, tuttavia, è che questa non tende a una mera raccolta di fondi, pur necessari all’acquisto di farmaci, o altri beni mobili. La cura che l’Associazione “Il
Tiretto col cuore” somministra ai propri assistiti, infatti (e per quanto si tratti di un valore fortemente concreto), consiste più semplicemente in un’idea:
il lavoro. Un’occupazione che sia fissa,
continuativa e in grado soprattutto di fare Comunità: dove i soggetti dei quali ci si prende cura possano sentirsi
Parte e non ospiti a tempo.

Detto in uno slogan: Il lavoro non è un passatempo. Una precisazione che può sicuramente apparire banale, ma che si rende invece necessaria in quanto a coloro che soffrono di malattie legate al disagio mentale, il lavoro viene quasi sempre proposto come “terapia d’occupazione”: ossia una forma di impiego inteso non già come gratificante attività lavorativa vera e propria, bensì come un semplice passatempo inteso appunto a far trascorrere le ore.

IL METODO

Avviare al lavoro vero i soggetti fragili, però, ha un costo molto elevato sia in termini di formazione, sia di gestione contabile e amministrativa precedente e successiva all’assunzione. Per
questo l’Associazione predetta ha raccolto e messo a disposizione i propri capitali,
vincolati in un fondo bancario costituito ad hoc, col quale far fronte alle tante spese indispensabili ad avviare
al lavoro quanti soffrono delle patologie psicologiche, perseguendo in tal modo il focus della nostra quotidiana battaglia.