Rangone: il segreto della sua riscoperta e la spiegazione della barzelletta non capita

ALESSANDRIA – Solo enormi complimenti per Franco Rangone, dopo la sua scintillante performance a The Voice Senior venerdì sera. La trasmissione di Rai Uno è a caccia di talentuosi artisti ‘diversamente giovani’ e sicuramente ne hanno trovato uno nel cantante alessandrino. La sua “Carina”, ha fatto girare immediatamente uno dei 4 giudici, Gigi d’Alessio, e poi tutti gli altri, tranne Loredana Bertè. Una prova elegante che ora permette a Rangone di andare avanti nella gara.

Quello che accadrà però andrà comunque bene, ha spiegato con umiltà l’artista mandrogno, un atteggiamento che probabilmente spiega la marea di complimenti sui social da parte anche degli alessandrini. “Il segreto forse è comportarsi bene, senza snobbare nessuno“. Un affetto imponente che Rangone non si aspettava e che cercherà di ricambiare in qualche modo, ha aggiunto. D’altronde il crooner alessandrino aveva avuto già più di un’occasione nel 1965 con il Disco dell’estate. Finì sotto contratto con la Meazzi per tre anni, fece due 45 giri e 3-4 trasmissioni televisive, poi “da buon provinciale mi sono accontentato di un impiego sicuro – racconta”.

Forse ora è arrivata quindi una piccola rivincita perché il successo lo aveva davvero tra le mani 60 anni fa e oggi i complimenti conquistati con The voice senior forse lasciano un po’ di “rammarico per quel passato. Una sentimento da soffocare subito – si affretta però a dire Rangone. Perché sono riuscito a coniugare la musica con un impiego pubblico“. A 82 anni “la voce è maturata verso lo swing, mi sono conservato, ho dosato le forze e alla fine forse è stato un bene. Il mio orticello sono riuscito a farlo fruttare, sono contento dei miei frutti che mi hanno soddisfatto. Probabilmente il segreto è sapersi accontentare“.

Rangone ora proseguirà la sua gara con il giudice D’Alessio scelto “perché è un musicista e io mi arrangio anche con qualche strumento, ma – continua – al resto non penso, sono arrivato al culmine, io speravo solo di fare una bella performance e sono già contento così“. Sono stati alcuni suoi amici a iscriverlo al talent a sua insaputa, regalandogli una ribalta magica all’età di 82 anni. Una serata indimenticabile nonostante una barzelletta che non è stata capitaanche se i ‘baletiani’ in realtà non hanno avuto problemi: la donna era strabica“. Ma le barzellette possono aspettare, Alessandria per ora è già felice di un fantastico ottantenne che fino a qualche giorno fa aveva regalato la voce a pochi intimi e che ora ricomincia da dove aveva lasciato.