I piemontesi risparmiano sulla spesa e sulle vacanze

Quasi un piemontese su due, il 46%, spende meno di quello che guadagna. E il 68% ritiene di avere un reddito sufficiente per vivere. E’ quanto emerge dall’indagine del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo con la Doxa. I piemontesi sono più risparmiatori anche a costo di rinunciare alla loro vacanza da sogno, al tempo libero o a qualche vizio durante la spesa settimanale. Il 55,4% ritiene di potere avere una pensione sufficiente. Quasi un terzo del campione ha risparmiato soprattutto per far fronte a eventi imprevisti. Il bilancio delle famiglie piemontesi è peggiorato (in linea con il dato nazionale): oltre il 50% ritiene che il bilancio familiare si sia aggravato, il 20% fortemente, il 35% lievemente mentre il 40% non ha registrato cambiamenti. Il 25% del campione piemontese (14,9% in Italia) ha dichiarato di avere aperto un fondo pensione. Il 9,9% degli intervistati ha acquistato una casa negli ultimi dodici mesi (7,6% a livello nazionale) per abitarvi (5%) o come seconda casa per le vacanze (3,3%). I mutui: il 19,2% del campione dichiara di averne uno contro il 22,4% nazionale. L’investimento immobiliare è considerato il più sicuro (66,7%) e la casa rappresenta la migliore eredità che si possa lasciare ai figli (51,7%).