Autore Redazione
venerdì
27 Novembre 2020
14:41
Condividi
Cronaca - Alessandria

Covid, Istituto Michel: “Allarme non giustificato, assicurata l’assistenza agli ospiti”

Covid, Istituto Michel: “Allarme non giustificato, assicurata l’assistenza agli ospiti”

ALESSANDRIA – In una nota l‘Istituto Divina Provvidenza Casa Michel di Alessandria ha fatto il punto sulla situazione all’interno della struttura, alle prese con un focolaio covid. La struttura ha così voluto rispondere all’ultima sollecitazione dei tanti parenti degli anziani presenti, preoccupati per una possibile carenza di operatori socio sanitari, a causa dei tanti contagi anche tra il personale, e invocando una comunicazione più tempestiva.

La situazione sanitaria all’interno della struttura, legata alla presenza di casi di positività all’infezione da Covid 19 riscontrati tra gli ospiti e gli operatori, è costantemente monitorata ed affrontata – d’intesa con il Direttore Sanitario del Presidio preposto – nella scrupolosa e rigorosa osservanza dei protocolli previsti ed in costante collegamento e coordinamento con l’Asl di Alessandria e con tutti gli organismi preposti alla vigilanza sulla gestione dell’emergenza”.

“Il personale della struttura” viene inoltre precisato continua a prestare la propria opera professionale, con amorevole spirito di sacrificio ed abnegazione, nell’assistenza degli ospiti a ciascuno dei quali è assicurata la costante verifica dello stato di salute e la continuità di intervento immediato, in caso di esigenze personali o sanitarie manifestate”. 

Quanto pubblicato da alcuni media in questi giorni ha ingenerato un allarme e un disorientamento diffusi non giustificati ha detto Suor Natalina Rognoni – Direttrice del Presidio “poiché la struttura ha proseguito costantemente, pur con le difficoltà esistenti a causa della situazione emergenziale esistente su tutto il nostro territorio, a sostituire il personale impossibilitato a prestare la propria opera, a causa dell’intervenuta positività individuale all’infezione, con altri operatori, pienamente qualificati, secondo il rispetto della normativa regionale in tema di assistenza all’interno delle R.S.A”.

“Per quanto concerne la comunicazione e l’aggiornamento sulla condizione di salute degli ospiti ai parenti legalmente titolati a riceverlo, la struttura prosegue quotidianamente in tali contatti, nelle forme e nelle tempistiche consentite dal servizio essenziale riservato precipuamente agli ospiti, sempre nel rigoroso rispetto delle normative in vigore in tema di dati personali relativi alle condizioni di salute di soggetti che in ogni caso conservano il pieno diritto ad ogni forma di tutela prevista dall’ordinamento”.

Condividi
Vedi anche