Tragedia di Brandizzo, Sacco (M5S): “Non più rinviabile l’istituzione della Procura Nazionale del Lavoro”

PIEMONTE – “La strage di Brandizzo, nella quale hanno perso la vita cinque persone, ha tristemente riacceso l’attenzione sulla necessità di garantire condizioni di sicurezza adeguate sul posto di lavoro”. Con queste parole il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Sean Sacco, ha sollecitato l’istituzione di una Procura Nazionale del Lavoro.Nella scorsa legislatura i portavoce del Movimento 5 Stelle avevano presentato una proposta di legge proprio a tal fine, avviando un iter che si è interrotto in seguito allo scioglimento delle Camere. La proposta è stata poi avanzata nuovamente all’avvio di questa legislatura, ma non è ancora stata discussa”.

“A febbraio, in seguito al tragico incidente al cantiere del Terzo Valico dei Giovi, costato la vita ad un operaio” ha aggiunto Sacco “abbiamo presentato in Piemonte una mozione per impegnare la Giunta regionale a sensibilizzare il Parlamento in merito all’istituzione della Procura. Si tratterebbe di un organo utile ad affrontare con indagini incisive e rapide le grandi tragedie che continuano a verificarsi e, al contempo, a garantire la presenza di un pool di pubblici ministeri esperti nei procedimenti penali. È necessario compiere una svolta: non più limitarsi a operare a seguito di eventi e tragedie già consumate, ma svolgere azioni sistematiche di prevenzione e di controllo del rispetto delle norme. In questi giorni personalità autorevoli della magistratura e del mondo sindacale hanno rimarcato l’esigenza di dare vita ad una struttura di questo tipo. La discussione non è più rinviabile. Nel prossimo Consiglio regionale chiederemo che la nostra mozione venga discussa. Se l’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro, tutti devono essere messi in condizione di lavorare senza rischiare la vita”. 

adv-901