CASALE – Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno espresso la loro preoccupazione rispetto al possibile ingresso di investitori internazionali nella Omg Cerutti Spa. Le parti sociali lo hanno rimarcato oggi, al termine dell’incontro coi vertici dell’azienda.

Come hanno riferito i sindacati al termine del faccia a faccia, infatti, il nuovo assetto societario che potrebbe nascere dal percorso industriale infatti creare “contraccolpi occupazionali”. La Cerutti ha già annunciato esuberi, ad oggi non ancora quantificabili, hanno spiegato Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, che hanno subito avviato le procedure per la cassa integrazione, ribadendo però all’azienda “la centralità” degli interessi dei lavoratori.

“L’elemento che ci preoccupa fortemente è la dichiarazione di Cerutti sul fatto che, rispetto ad un potenziale nuovo assetto aziendale ci saranno degli esuberi certi, ad oggi non ancora quantificabili” hanno sottolineato le parti sociali.

“E’ necessario ricordare che le lavoratrici e i lavoratori con le parti sindacali, in modo particolare nell’ultimo decennio, hanno fortemente contribuito a fronteggiare la crisi che ha colpito l’ azienda, questo in difesa dell’occupazione e di una più stabile prospettiva industriale”.

In attesa del prossimo incontro tra le parti, Fiom, Fim e Uilm provinciali hanno ribadito, insieme a tutte le lavoratrici e i lavoratori che “l’aspetto occupazionale e salariale sono di primaria importanza, e di fronte ad una nuova possibile prospettiva societaria gli interessi dei lavoratori dovranno rimanere centrali”.

adv-68