rossa
adv-305

ALESSANDRIA – “Diminuitevi del 30% i compensi. Questa la sfida lanciata dal consigliere del Partito Democratico, Rita Rossa, alla maggioranza del Comune di Alessandria, nell’ambito del botta e risposta con l’assessore Borasio, che aveva sostenuto le minori spese di Palazzo Rosso durante il mandato di Cuttica di Revigliasco. L’ex sindaco ha infatti invitato i consiglieri del centrodestra a votare la mozione del consigliere Abonante sul taglio degli emolumenti a giunta, Sindaco e Consiglio.

“Tra il 2012 e il 2013 i nostri compensi erano ridotti di oltre il 30% e la spesa pubblica era decisamente più bassa. Ma questa polemica non serve alla città che deve guardare avanti e deve poter contare su risposte ai problemi di una crisi che, oltre che economica, è anche di vocazione e di ruolo”. 

“Se anche tu avessi ragione e a mio pare non ce l’hai, c’è un’unica logica conseguenza ha poi rilanciato Rossa, “dimostrate di essere più virtuosi e bravi di noi. Discutiamo e votate, insieme con noi, la mozione di Abonante e diminuitevi del 30% i compensi, scegliendola come opzione, come facemmo noi per obbligo di legge. Se farete questo allora potrete vantare una specificità che ora è solo supposta”. 

Sulla mozione nei confronti di Serra da presidente di Commissione, inoltre, Rossa ha anche annunciato che, anche dopo una eventuale sfiducia della maggioranza, l’opposizione ricandiderà lo stesso esponente dei 5 Stelle. Il ruolo al vertice della Commissione di Controllo di Gestione, infatti, spetta per legge alle forze di minoranza