adv-778

ACQUI TERME – Basta polemiche strumentali, artificiose e inutili“. Il sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini ha bollato così la presa di posizione dei giovani della Lega di Acqui riguardo la nomina del dottor Gianfranco Ghiazza come nuovo consulente del Comune di Acqui Terme per l’emergenza covid. 

I giovani esponenti del partito di Matteo Salvini avevano ritenuto questa mossa dell’amministrazione come un tentativo di creare ad Acqui il modello di governo nazionale tra Movimento 5 Stelle e Pd, visto il passato nel partito di centrosinistra del dottor Ghiazza. “In questo momento così difficile per la nostra Città e per il nostro Paese serve anche coerenza politica” hanno sottolineato i giovani leghisti “i cittadini hanno bisogno di chiari punti di riferimento nelle istituzioni e se il Partito Democratico ritiene che il modo migliore per crearsi i consensi che ha perso negli anni sia quello di legarsi all’attuale amministrazione basterebbe soltanto che lo chiarisse” ha sottolineato la Lega Giovani di Acqui.

“Di sicuro per me la campagna elettorale non è ancora cominciata ha rimarcato il sindaco Lorenzo Lucchini “l’ultima cosa che mi sogno di fare è un uso politico di questi miei momenti di informazione alla popolazione. Per qualcuno, però, è arrivato il tempo di srotolare le bandiere di partito. Voglio rimarcare che la scelta della nomina di Ghiazza, è avvenuta durante quelle commissioni che il partito della Lega ha sempre ignorato, non partecipando ai lavori. L’inserimento di Ghiazza è dovuto solo a motivi scientifici e sanitari, non al suo passato nel Pd. A me quello che interessa è solo la salute del nostro territorio. In questo momento la politica non può guardare a queste polemiche che respingo al mittente, con l’augurio di vedere di nuovo gli esponenti della Lega in Commissione. Non mi interessano le schermaglie elettorali, ora voglio pensare alla nostra comunità”.

adv-730