Terme di Acqui. Lucchini sollecita le Istituzioni contro scelte “incomprensibili e dannose”
adv-902

ACQUI TERME – Il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, ha chiesto la convocazione di una Capigruppo urgente per aderire come Consiglio Comunale, in maniera compatta e coesa, alle azioni che le organizzazioni sindacali metteranno in campo contro il licenziamento collettivo dei 25 dipendenti del Grand Hotel e delle Terme di Acqui.

Mi domando dove sia l’apertura al dialogo dichiarata da Alessandro Pater sulla stampa locale – ha dichiarato il primo cittadino – Se non ci sarà una sospensione della procedura di licenziamento da parte di Terme di Acqui, seguiranno forti azioni di protesta da parte di tutta la comunità acquese”. Il primo cittadino ha espresso “piena solidarietà e sostegno” a tutti i lavoratori di Terme di Acqui e ha anche sollecitato le istituzioni regionali e nazionali a prendere “una chiara posizione di fronte alla crisi del settore termale acquese” e a garantire il loro supporto per contrastare scelte “incomprensibili e dannose per il territorio“.