Ospedale Tortona, Uil: “Dedizione e professionalità non vengono premiate. Lavoratori sviliti”

TORTONA – Anche la Uil Fpl è intervenuta nella vicenda della possibile privatizzazione di parte dell’Ospedale di Tortona. “Abbiamo già chiesto un incontro urgente alla Direzione di Asl per chiarire la posizione in atto. Ricordiamo che il CCNL 2016/18 ancora in vigore, perché in attesa di firma definitiva per il rinnovo, prevede che le Organizzazioni Sindacali debbano essere preventivamente informate sulle decisioni che inevitabilmente, se la direzione dovesse essere quella, andranno ad impattare sul fronte occupazione”. 

“Ricordiamo” ha sottolineato Sonia Ciminello, della Uil Fpl Alessandria “che il personale sanitario, in particolar modo in forza all’Ospedale di Tortona, primo Covid Hospital della provincia di Alessandria dall’inizio della pandemia nel marzo 2020, è sempre stato disponibile a far fronte alle emergenze legate alla pandemia, anche accettando modifiche e variazioni di condizioni. Oggi dedizione e professionalità non vengono premiate e ancora una volta assistiamo allo svilimento del personale che non merita l’atteggiamento intrapreso dalla direzione che non rende partecipe il personale dei cambiamenti legati alla possibile privatizzazione di una parte consistente dei servizi, a partire dal Pronto Soccorso per arrivare a numerosi ambulatori e reparti. La nostra preoccupazione è che il personale si trovi costretto allo spostamento del luogo di lavoro, spesso anche a fine carriera. Come Uil Fpl non possiamo condividere la direzione che sembra essere stata intrapresa, a discapito di un bene così importante come la sanità pubblica. Il segnale è allarmante”.

adv-281