Cuttica di Revigliasco attacca Abonante sulla nomina del Capo di Gabinetto: “Cinque anni fa diceva che era una figura sostanzialmente superflua”
adv-157

ALESSANDRIA –   La nomina di Nicola Mandirola come Capo di Gabinetto del Comune di Alessandria ha fatto storcere il naso al consigliere comunale della Lega, ed ex sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Cinque anni fa, ha ricordato l’ex primo cittadino, Giorgio Abonante fu uno dei consiglieri di opposizione a criticare la nomina dell’allora segretario della sezione cittadina della Lega, Riccardo Molina, come Capo di Gabinetto del Comune amministrato dal centro-destra.  Nel 2017, ha sottolineato Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’oggi sindaco Giorgio Abonante definì quella del Capo di Gabinetto “una figura sostanzialmente superflua”.

“Oggi – ha pungolato l’ex primo cittadino – lo stesso Abonante, divenuto sindaco ha provveduto ad assumere, con un contratto da dirigente a tempo determinato, una figura esterna proprio in quel ruolo. Cosa è cambiato in cinque anni? Abonante non pensa più che tale figura sia superflua all’interno dell’ente? Oppure all’epoca faceva bieca propaganda, e ritiene invece quel ruolo, eminentemente politico, sia utile e necessario in un comune capoluogo di provincia come Alessandria? La Lega di Alessandria non ha nulla contro il professionista assunto in comune nel ruolo di Capo di Gabinetto: anzi personalmente gli auguro buon lavoro, ben consapevole del peso e delle difficoltà connesse a tale mansione. Ancora una volta evidenziamo però (ma gli alessandrini lo sanno benissimo) la ‘doppia morale’ che ha sempre caratterizzato la sinistra: se determinate scelte le fa l’avversario sono pessime e da condannare. Poi le stesse scelte le fa il sindaco del Partito Democratico, e allora diventa la strada giusta, corretta e necessaria”.

adv-897