Nessuna chiusura del Pronto Soccorso di Acqui, Pd: “Sindacato Nursind irresponsabile”
adv-567

ACQUI TERME – La segreteria del circolo Pd di Acqui Terme è intervenuta sulla vicenda della presunta chiusura del Pronto Soccorso dell’Ospedale Galliano, ipotizzata dal sindacato degli infermieri Nursind e poi smentita dalla direzione dell’Asl. “Il comunicato del sindacato Nursind sulla presunta ipotesi della Direzione Generale dell’ASL AL di chiudere il pronto soccorso di Tortona e Acqui, fatto smentito ufficialmente dalla Direzione dell’ASL, è un modo irresponsabile di affrontare le problematiche della sanità che allarma inutilmente i cittadini. Vero è che in Regione alcuni pronto soccorso sono stati chiusi per mancanza di medici” ha sottolineato il Pd.

“E’ evidente a tutti i cittadini che la situazione dei pronto soccorso della nostra provincia, quasi completamente affidati alle cooperative causa la mancanza di medici da assumere, è realmente drammatica e prossima ad un collasso. Una situazione che determina conseguente grave disservizio per i cittadini e stress per gli operatori della sanità. E’ chiaro che una riduzione provvisoria dei punti di erogazione dei servizi, che è compito della Regione e non delle singole ASL, può rientrare, sulla base di una analisi tecnica approfondita sulle distanze, raggiungibilità, accessi, tra le ipotesi di intervento per affrontare la tragica carenza di medici dovuta ad una scellerata non programmazione, effettuata da tutti i Governi, dell’accesso alle facoltà di medicina ed alle specialità”.

“Tale carenza durerà ancora per circa 4/5 anni dato che il numero di accesso alle specialità è stato aumentato dal Governo Draghi. Certo è che l’ospedale di Acqui, e quindi il pronto soccorso, è il più disagiato poiché non vi è accesso all’autostrada, è il più distante dall’ospedale hub di Alessandria e serve un’area vastissima in gran parte collinare e appenninica, conseguentemente il Pronto Soccorso non può essere chiuso nemmeno temporaneamente”. 

adv-952