Abonante appoggia proposta dei cittadini della Fraschetta: “Nostro obbligo è essere attivi e non passivi”

ALESSANDRIA – Il sindaco di Alessandria, Giorgio Abonante, condivide il principio che sta alla base della proposta popolare di deliberazione popolare promossa da oltre 300 cittadini.  Il documento è stato presentato al Presidente del consiglio comunale di Alessandria, Giovanni Barosini, perché venga discusso e portato avanti dal consiglio comunale ma intanto ed è stato affrontato dalla Commissione Ambiente venerdì 13 gennaio 2023. Il documento sollecita e chiede una serie di azioni a tutela della salute dei cittadini della Fraschetta, sebbene, è stato spiegato in Commissione, molti dei temi non possano vedere una azione diretta dell’amministrazione.

Tuttavia il primo cittadino ha approfittato della riunione per ribadire di essere in sintonia con “lo spirito della proposta“. “Gran parte di queste cose noi le abbiamo già fatte – ha detto il sindaco – questo vale sia per il bio-monitoraggio che per la prosecuzione dell’indagine epidemiologica“. La salute dei cittadini rimane centrale “come testimoniano gli incontri avviati con la Regione per fare in modo che l’Asl intervenga per tutte le procedure di nostra competenza e anche per sostenere economicamente il percorso (70mila euro per il bio-monitoraggio e 300-400mila per l’indagine sulla matrice animale)“.

In questo caso – ha raccontato Abonante – i tempi prospettati indicavano i primi mesi del 2023 e quindi risolleciteremo. Il nostro obbligo, come sindaco e amministrazione, è essere attivi e non passivi”. “Quindi sono d’accordo su gran parte della proposta“, ha continuato Abonante, che ha anche sostenuto il tema dell’osservatorio ambientale della Fraschetta, “aspetto interessante che incontra la nostra sensibilità perché diventa materia partecipata e oggetto di confronto. Lo stiamo affrontando con Arpa e in cantiere c’è la nascita di un centro per la nascita di bonifiche ambientali da insediare in Fraschetta. Siamo a buon punto e abbiamo un’idea dell’area su cui potrebbe prendere vita un’attività di questo tipo. È un processo ambizioso che richiede dei tempi“.

adv-338

Il sindaco ha concluso ringraziando gli autori della proposta che, è stato spiegato in commissione, verranno invitati nel prossimo appuntamento che fa seguito a quello di venerdì, necessario a capire con quale iter portare avanti il documento.