Cesana
adv-238

VERONA – Questa volta nessuna beffa al fotofinish, anzi. La Novipiù Junior Casale fa la voce grossa e batte in trasferta Tezenis Verona 76-69, in gara 2 del primo turno dei playoff della A2. Ora la sfida è sull’1-1 e venerdì la serie si sposta al PalaFerraris, che già si preannuncia rovente. Palla a due il 3 maggio alle 20.30.

La squadra di coach Ferrari ha dato vita a una grande rimonta, dopo aver toccato anche il -18. Una gara nel segno di Davide Denegri, miglior marcatore con 19 punti, e di Pinkins, doppia doppia per l’americano con 14 punti e 10 rimbalzi. In doppia cifra anche Luca Cesana, un vero e proprio cecchino con 15 punti e due soli errori dal campo. L’aggancio e il sorpasso sono arrivati a metà del quarto quarto, e portano proprio le firme di Pinkins e della tripla di Denegri. Poi i rossoblu hanno preso il largo.

“Devo fare i complimenti alla squadra e allo staff: sono stati molto più bravi di me ha detto coach Mattia FerrariNel primo tempo mi sono innervosito molto e così facendo ho innervosito tutti, se non fosse stato per Andrea Valentini e Andrea Fabrizi e per il fatto che ho una squadra di persone serie e perbene, non avremmo vinto. E’ stata una partita strana, con il dominio di una squadra nel primo tempo e la reazione dell’altra nel secondo tempo: ora abbiamo due giorni per prepararci a Gara 3 e dobbiamo mantenere l’onda lunga di questa gioia ma non distrarci dagli errori perché Verona rimane la favorita. Non voglio immaginare il fatto che i nostri tifosi non vengano a sostenerci: so che avremo un pubblico importante e avremo una bella atmosfera che ci aiuterà a giocare una partita tosta e solida come dobbiamo fare”.

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior Casale

Candussi e Pepper aprono la partita, con il canestro di Amato e la tripla di Martinoni a far capire fin da subito che il ritmo della partita è alle stelle: la Novipiù vuole mostrare i muscoli a rimbalzo fin da subito, ma è ancora Amato a siglare il 6-5. Fioccano le triple all’AGSM Forum, mentre Martinoni e Candussi si rispondono a vicenda da sotto le plance; il ritmo è alle stelle (13-10), con le due compagini che non si risparmiano in difesa. Candussi e Pinkins muovono le rispettive retine, mentre anche Ferguson si iscrive a referto e coach Ferrari ferma il gioco (18-12): al rientro ci pensa Pepper a sbloccare i suoi con una tripla, ma nell’altra metà campo c’è ancora Candussi ad inchiodare la palla a canestro. Freguson realizza il 23-15 mentre per i rossoblu c’è Valentini ad andare a segno: sono Udom e Cattapan a chiudere il quarto 26-19.

Inizio di secondo periodo contratto per entrambe le formazioni che dopo più di 2′ di gioco non sono ancora riuscite a sbloccare il punteggio: è Cattapan il primo a farlo, andando a segno dalla lunetta (1/2), seguito a ruota da Poletti (2/2). La Novipiù non riesce a trovare il fondo della retina, mentre in difesa butta in campo tutto quello che ha: Poletti trova il varco per realizzare il canestro del 30-20, mentre Cesana va a segno dalla media distanza. Verona sembra aver trovato il giusto ritmo con anche Vujacic che trova una nuova tripla: Casale continua a non trovare il fondo della retina, mentre anche Verona inizia ad avere difficoltà in fase offensiva. I rossoblu provano a stringere le maglie della difesa, mentre il 33-25 arriva per mano di Pepper: nella metà campo dei padroni di casa c’è però Candussi ad avere le mani infuocate. Amato va ancora a canestro e manda le squadre all’intervallo sul 42-25.

Il terzo periodo vede in avvio il canestro di Pinkins e la tripla di Vujacic, poi è ancora la Junior ad andare a segno con il solito Pinkins, seguito da Denegri che infila la tripla del 45-32; la Junior si rifà aggressiva e Musso è glaciale dall’arco. Cesana piazza la tripla del 45-38 e la Junior torna viva mentre ora è la Tezenis ad essere in difficoltà: la Novipiù accorcia ancora ma Ferguson prova a scuotere i suoi seguito da Candussi, mentre Denegri realizza il 49-44. Casale ci crede e Cesana realizza dalla media, ma Vujacic non è da meno nell’altra metà campo: la Junior butta tutto in campo, con Pinkins che svetta a rimbalzo e Denegri che realizza entrambi i liberi a disposizione (51-48). E’ il canestro di Poletti a chiudere il quarto 53-48.

Il rimbalzo con il successivo canestro di Pinkins inaugurano l’ultimo periodo, ma Poletti è ancora una volta chirurgico dalla lunga distanza: Denegri realizza il 56-52 mentre i rossoblu si chiudono in difesa. Amato non ci sta e va a segno dai 6.75 metri mentre Italiano, dall’altra parte, risponde con la stessa moneta: Pinkins impatta e Denegri piazza la tripla del 59-62. E’ timeout per coach Dalmonte, con Cesana che al rientro non perdona da oltre l’arco; Severini trova un canestro facile da sotto le plance ma Pinkins non ci sta e il suo tap-in si rivela vincente (61-67). Verona non ha intenzione di mollare e Ferguson risponde presente con una tripla mentre Cesana è chirurgico a cronometro fermo (2/2): i padroni di casa continuano a difendere con aggressività e Ferguson infila la tripla del 67-69. Martinoni non sbaglia da fuori area e poco dopo realizza dalla linea della carità (1/2): la formazione Scaligera continua a fermarsi sulla difesa dei rossoblu e ora è coach Dalmonte a fermare il gioco (67-73). Vujacic ci prova dalla lunga distanza ma il tiro si ferma sul ferro, mentre Pinkins fa gioire i suoi: Poletti prova l’ultimo assalto ma è troppo tardi e la Novipiù si porta a casa Gara 2: 69-76 il punteggio finale.