formenti

TORTONA – La rescissione consensuale con Brett Blizzard aveva liberato un posto nel roster di Bertram Derthona che ora si completa con Matteo Formenti. 37 anni, Formenti arriva in bianconero dopo aver disputato le ultime tre stagioni alla Assigeco Piacenza.

Per la guardia si tratta di un ritorno in provincia, dopo le sette stagioni in rossoblu alla Junior Casale, dal 2002 al 2009.

“Sono onorato della chiamata di Tortona e assolutamente soddisfatto della scelta che ho fatto ha detto Formenti “Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura: ho avuto modo di parlare con Marco Ramondino che mi ha spiegato il ruolo che avrò nella squadra e il progetto che intende sviluppare. Credo ci siano tutti i presupposti per compiere un percorso importante insieme”.

adv-680

“Un giocatore di qualità ed esperienza reduce da una stagione veramente di alto livello in A2” ha detto coach Marco Ramondino “Per noi si era creata una situazione di emergenza e il suo innesto ci consente di mantenere inalterato il progetto di squadra che avevamo in mente. Matteo, come altri giocatori del roster, ha raccolto con entusiasmo la nostra proposta e porta in dote esperienza, versatilità, tiro da fuori e leadership. Queste sono tutte caratteristiche fondamentali per una squadra che vuole essere vincente”.

Formenti inizia la propria carriera nella storica Aurora Desio, società con cui svolge tutta la trafila del settore giovanile. Con lo stesso Club debutta anche in prima squadra e contribuisce al raggiungimento della Serie C1 nell’annata 2000/01.

Nel 2001/02 si trasferisce a Treviglio, formazione militante in B1, prima del passaggio alla Junior Casale Monferrato, società in cui rimane dal 2002 al 2009. Nell’anno 2004/05 centra la doppietta Coppa-Campionato con la formazione piemontese: il 24 marzo 2005, sul parquet del PalaFerraris, conquista la Coppa Italia di Serie B in seguito alla vittoria per 79-67 contro Lumezzane. Dopo avere terminato la stagione regolare al primo posto, la squadra allenata da Franco Ciani centra la prima storica promozione in Legadue grazie alla vittoria per 3-2 nella serie di finale contro Forlì. Fa il suo esordio nella categoria il 2 ottobre 2005 nella sconfitta per 79-86 contro Jesi, segnando 10 punti in 22 minuti di gioco.

adv-139

Dal 2009 si trasferisce a Cremona e debutta in Serie A il 18 ottobre 2009 realizzando 12 punti nella partita persa (103-104) contro la Pallacanestro Cantù: con la squadra lombarda centra la salvezza in entrambe le stagioni. Nel 2011/12 è a Brindisi, in Legadue: con la formazione allenata da Piero Bucchi prima vince la Coppa Italia di categoria e poi coglie la promozione in Serie A al termine della finale playoff vinta per 3-1 contro Pistoia.

Rimane in Puglia anche nei due anni successivi, prima di trasferirsi a Sassari dove è tra i protagonisti della storica stagione 2014/15 della squadra allenata da Romeo Sacchetti, capace di conquistare la Supercoppa Italiana, la Coppa Italia e lo Scudetto, al termine della serie di finale vinta per 4-3 contro Reggio Emilia.

Resta a Sassari anche nel 2015/16, prima del passaggio all’Assigeco Piacenza, società in cui rimane nelle ultime tre stagioni in Serie A2 ottenendo la salvezza in tutte le occasioni.

Matteo vanta anche dieci presenze con la maglia della Nazionale italiana, con cui fa il suo esordio il 26 maggio 2008 nella partita vinta per 77-56 contro l’Iran (in cui realizza 3 punti).