RIETI – Sconfitta in trasferta per Bertram Derthona, nella terza giornata del campionato di Serie A2. I leoni di coach Ramondino hanno perso 71-67 in trasferta contro Npc Rieti. Ancora senza Tavernelli e Čepić, i tortonesi sono sempre stati costretti a inseguire ma hanno lottato fino alla fine, sfiorando una clamorosa rimonta.

Per la squadra tortonese spiccano i 14 punti di Gaines e i 17 di Gražulis. ʺComplimenti a Rieti per la vittoria, meritata per il tempo nel quale hanno giocato meglio di noiha sottolineato a fine gara coach Marco Ramondino “La nostra è stata una gara indisciplinata, fatta di tanti errori: in alcuni momenti è bastato veramente poco per farci uscire dall’incontro. Quando si ha la sensazione di essere sempre in ritardo rispetto alle scelte avversarie si matura l’idea che ogni possesso sia decisivo: quando questo accade per venticinque minuti si arriva logori alle battute finali della gara. Qualsiasi assenza non giustificata incide sull’andamento della partita: come accaduto nel corso del precampionato, Gaines ha avuto problemi di falli e sarà compito di noi allenatori fargli contenere le reazioni in alcuni momenti della partita. Rieti è una formazione che, eccezion fatta forse la sfida con Treviglio, ha il controllo del match e la capacità di trovare le soluzioni corrette e i giocatori da coinvolgere: questo è un grosso merito in quanto, anche nei momenti di difficoltà, ha la lucidità di essere efficace e di limitare le prime opzioni offensive degli avversari. Nella mancanza di perseguire seconde e terze opzioni nel corso di un’azione si sono combinati i meriti di Rieti e la nostra incapacità di andare oltre le prime scelteʺ.

La cronaca della partita tratta dal sito di Bertram Derthona

adv-123

Avvio di gara marcato da Brown e Cannon, che siglano il 7-0 iniziale: dopo la reazione della Bertram, prosegue il momento favorevole ai padroni di casa che – guidati da un ispirato Cannon e da Pastore – raggiungono il massimo vantaggio sul 19-8 del 7’. La grande intensità difensiva messa in campo dai padroni di casa crea difficoltà all’attacco bianconero, che deve momentaneamente rinunciare a Gaines dopo un tecnico personale comminato contro di lui (secondo fallo personale). I primi dieci minuti si chiudono sul 27-15.

In avvio di seconda frazione la squadra allenata da Ramondino alza il proprio livello di energia e torna sotto la doppia cifra di svantaggio (27-18 all’11’): coach Rossi ferma il gioco. In uscita dal time-out arriva la reazione della Zeus che, con i canestri di Cannon e Nikolic, dilata nuovamente il proprio margine (34-22 al 14’). Nei minuti successivi le due squadre rispondono a ogni canestro avversario e al riposo Rieti conduce per 45-37.

Nei primi minuti del terzo periodo la Bertram è costretta a rinunciare a Gaines, in seguito al suo quarto fallo personale, ma rimane a contatto grazie ad alcune realizzazioni da tre punti (56-48 al 27’). Nella fase successiva dell’incontro entrambe le formazioni mettono in campo grande agonismo e, nel punteggio, permane l’equilibrio: al 30’ il parziale è 58-51.

adv-756

L’ultimo parziale continua a scorrere sui binari dell’equilibrio, prima che il Derthona torni a un solo possesso di distanza con la tripla di Gaines (62-59 al 36’); lo stesso giocatore americano impatta la partita a quota 64 un minuto dopo. Brown e Cannon ridanno il vantaggio ai padroni di casa (66-64 al 38’), prima che un canestro da tre punti di Formenti sigli il primo vantaggio ospite nell’incontro (66-67). Il controsorpasso è firmato da un glaciale Brown, che con quattro punti consecutivi rimette un possesso pieno tra le due squadre a 16 secondi dal termine (70-67). Il tiro di Gaines, per il pareggio, non entra e Cannon regala il successo alla Zeus: il finale è 71-67.

Foto Ufficio Stampa Bertram Derthona