Il ruggito di Bertram Derthona: i leoni piegano la Virtus Bologna

CASALE – Splendida vittoria interna per Bertram Derthona, capace di piegare Virtus Segafredo Bologna 89-81 al PalaEnergica Paolo Ferraris nell’ultima giornata della A1 di Basket. Prova maiuscola di Tavernelli e compagni, quasi sempre in vantaggio per tutto il match. Tre i giocatori in doppia cifra per Tortona: 22 punti per Macura (con 5 triple), 10 per Daum e 13 per Christon. Tra gli emiliani spiccano i 24 punti di Belinelli. Derthona ha letteralmente dominato da 3, col 46.2% delle realizzazioni a fronte del 31.8% degli ospiti.

Primo tempo da incorniciare per i ragazzi di coach Ramondino, capaci di andare all’intervallo con un vantaggio di ben 15 punti. Nella ripresa la squadra di Scariolo tenta la rimonta ma i bianconeri mantengono i nervi saldi e un solido vantaggio fino alla fine.

La cronaca della partita tratta dal sito di Derthona basket

adv-159

In una cornice dalle grandissime occasioni al PalaEnergica, la Bertram parte con energia e soluzioni efficaci in attacco, piazzando subito un break importante (9-2). La reazione degli avversari non tarda a farsi sentire: grazie ad alcune grandi giocate la Virtus torna a contatto (14-12 a 5’19’’). Un mini break di 9-2 conclusosi con una tripla più fallo di Macura porta i padroni di casa sul +9 a 3’22. Bako risponde da sotto e il primo quarto si chiude 29-22.  Nella seconda frazione i ragazzi allenati da coach Ramondino allargano il gap e si portano sul +10. Grazie ad un’ottima fluidità di palla in attacco e a una difesa aggressiva ricacciano indietro tutti i tentativi di rientro degli avversari. Nei secondi finali l’assist di Macura per Harper regala alla Bertram canestro e fallo e manda le squadre negli spogliatoi sul 48-33.

Al ritorno dagli spogliatoi, il Derthona, grazie alla grande continuità in entrambe le metà campo e alle ottime percentuali da fuori, aggiorna il massimo vantaggio, sul +19 (61-42). La Virtus, con le giocate di Belinelli e Hackett, firma un controbreak di 7-14 con cui accorcia le distanze: al 30’ il parziale è 68-59. Un jolly allo scadere dei 24” di Filloy apre l’ultimo periodo, Candi alimenta il momento favorevole ai bianconeri che arrivano nuovamente al +15 (74-59). Lundberg e Belinelli tengono a galla Bologna e le consentono di accorciare progressivsamente il gap, tornando sotto la doppia cifra nei minuti finali (-7, 86-79, a 2 minuti dal termine con la tripla di Mickey). Qui, nonostante la grande pressione avversaria, la Bertram mantiene grande lucidità, muove bene la palla e trova i canestri che sugellano il meritato successo, che arriva con il punteggio di 89-81.

Così coach Marco Ramondino al termine della gara: “Da parte mia un grandissimo ringraziamento al pubblico di stasera: per me e per i giocatori scendere in campo con questo entusiasmo è bellissimo. Voglio ringraziare molto anche il Club che ci permette di avere eccellenti giocatori, la squadra sta facendo un grande sforzo per trovare compattezza e continuità nel corso della stagione. Stasera abbiamo avuto un impatto importante contro un avversario che è un punto di riferimento: entrare in partita con determinazione e lucidità, senza consentire loro di calibrarsi contro una formazione di taglia diversa è stato un fattore, così come avere respinto i momenti di grande durezza della Virtus nei tentativi di rientrare a contatto. Oggi abbiamo giocato di squadra, facendo buone scelte e rimanendo lucidi nelle cose diverse che abbiamo fatto in difesa contro un avversario che le richiedeva. Abbiamo avuto un contributo significativo anche dai giocatori usciti dalla panchina, andando sulle seconde e terze opzioni offensive in diverse azioni, con tutti i giocatori impiegati”.

Foto Ufficio Stampa Derthona Basket