Ovadese: a Trofarello un gol annullato cambia la partita

OVADA – L’Ovadese torna da Trofarello con una sconfitta per 3-1 che lascia parecchi rimpianti, soprattutto dopo essere andati in vantaggio nel primo tempo con Barletto. “Sono contento della prestazione dei ragazzi e rispetto alle altre gare, c’è stato un salto in avanti sotto tutti i punti di vista“, spiega mister Stefano Raimondi. Che poi aggiunge: “Distanze, occasioni, pericolosità, intensità. Forse ci è mancata un po’ di rabbia in più nei duelli, ma per quel che riguarda l’impegno sono soddisfatto. Abbiamo anche incontrato una squadra di altissimo livello“.

adv-506

Primi 30 minuti ottimi con il vantaggio su assist di Sassari e un secondo gol annullato di Nelli su punizione laterale,  per un presunto fuorigioco dell’autore del primo gol, Barletto. “Le partite spesso cambiano. Loro erano spesso pericolosi, soprattutto con Arcari, un giocatore molto forte che ci ha messo in difficoltà. Gli ultimi 5 minuti del primo tempo sono stati una follia: abbiamo perso palla in uscita e loro in una ripartenza rapida sono entrati in area e noi siamo stati un po’ ingenui perché c’è stato un contatto un po’ leggero e l’arbitro ha fischiato un rigore molto dubbio. Su questo episodio abbiamo spento la luce e preso il gol del 2-1 con un tiro deviato. Per noi è stata una mazzata“, conclude il tecnico dell’Ovadese.

adv-527

Nella ripresa l’Ovadese ha tentato di raddrizzare la partita, creando situazioni su calci pizzati, un tap in area mancato da tre metri, fino al gol del 3-1 per i padroni di casa che ha chiuso la contesa. Malgrado la sconfitta, emergono comunque note positive di una squadra che ha trovato il giusto equilibrio in campo, creando di più rispetto alle altre partite. Prossimo impegno per l’Ovadese, al Geirino, domenica 10 ottobre, alle 15, contro l’Arquatese di Mister Maurizio Vennarucci.