Se l’Acqui ha rallentato, però, non ne ha approfittato la Vale Mado, seconda in classifica e fermata sull’1-1 sul campo del Busca. Vantaggio del rossoblu Cravetto al decimo minuto. L’attaccante ha vinto un rimpallo e, a tu per tu col portiere avversario, non ha sbagliato. Il Busca ha pareggiato nella ripresa con Chiesa. La gara però è stata condizionata dal terreno di gioco. “Purtroppo abbiamo giocato su un campo impossibile, era un pantano, una lotta continua, non abbiamo potuto giocare a calcio” ha detto a Radio Gold mister Biagio Micale “Sembrava quasi rugby, un continuo scontro fisico”.

Primi tre punti della gestione Diliberto, invece, per il Villalvernia, vittorioso in casa contro il Chisola per 3-2, reti di D’Alessandro, Barcella e, nel secondo tempo, Mandirola. “Un successo meritato anche se sofferto fino alla fine. Ma gli episodi hanno girato a nostro favore” ha dichiarato alla fine il tecnico dei bianchi tortonesi “Nonostante il campo pesante abbiamo sempre provato a giocare palla a terra. L’espulsione di Barcella ci ha fatto soffrire fino alla fine. Dovevamo gestirla meglio ma abbiamo avuto quel pizzico di fortuna che serve per vincere.”

Ancora una sconfitta, invece, per il Castellazzo, superato 2-0 in casa dal Lucento grazie a un autogol di Merlano e da una rete di Mangano. Pareggio 1-1, infine, del Libarna in trasferta contro il Cavour: vantaggio degli alessandrini con Motta, pareggio dei padroni di casa dal dischetto con Cirillo.