adv-795

PRO VERCELLI-ALESSANDRIA 1-1

Marcatori: Santini rig., Morra

VERCELLI – La cronaca: Serata di straordinari per Cucchietti, nei primi minuti sempre attento e puntuale nelle uscite “uno contro uno” su Leonardo Gatto e Azzi e nella parata su Germano. Oltre al suo super numero 22 i grigi devono anche ringraziare la dea bendata per i due pali colpiti dalla Pro su calcio d’angolo: il primo con una girata di testa di Crescenzi e il secondo frutto di una conclusione deviata da un difensore alessandrino. L’Alessandria si scuote con Santini che al 26^ e al 30^ prova a impensierire Nobile. Nel finale di tempo Germano prova la botta dopo una palla persa ma Cucchietti disinnesca ancora la minaccia e, a pochi secondi dall’intervallo, Crescenzi stende Santini in area. L’arbitro assegna il rigore che il numero 7 trasforma.

adv-801

Nella ripresa la Pro Vercelli trova il pareggio, meritato. Morra risolve di destro una mischia in area dopo aver tentato un colpo di testa: la palla resta lì e l’ex Primavera del Toro gela la curva ospiti. Al 59^ Mammarella sfiora il palo su punizione ma dieci minuti dopo è Gatto ad avere sui piedi la palla del possibile vantaggio dell’Orso: Bellazzini lo pesca con un cross da sinistra ma il numero 8 si fa deviare il tiro dal portiere Nobile in uscita disperata. I ritmi restano intensi fino alla fine. La Pro appare più propositiva nel finale ma anche D’Agostino tenta l’ultima carta con Sartore. Finisce così con un pareggio meritato che soddisfa il pubblico mandrogno.

Il commento: Dopo due sconfitte di fila l’Alessandria torna a fare punti e ci riesce in una serata non semplice, con diverse assenze che hanno costretto mister D’Agostino a stravolgere l’assetto tattico rodato di questo inizio di stagione. L’1-1 finale al Piola è il risultato di un match sempre frizzante e ricco di emozioni e occasioni, con i grigi bravi a rialzarsi dopo un inizio difficile. Complice forse il forfait di un pilastro della retroguardia come Prestia, l’Alessandria parte col freno a mano tirato ma la squadra di mister Grieco non ne approfitta. La proverbiale legge del “gol sbagliato/gol subito” presenta il conto alla Pro e i grigi vanno al riposo in vantaggio. Nella ripresa il match è più equilibrato e questa volta sono i grigi a doversi mangiare le mani: l’occasione di Gatto al 69^ è di gran lunga la più limpida della frazione. La squadra di mister D’Agostino tiene poi bene botta nel finale.

adv-998