colombo_alberto_mister_alessandria
adv-647

PONTEDERA – Orgoglioso dei suoi ragazzi, ancora in lotta per i playoff con ancora 90 minuti da giocare. Al termine della partita vinta in rimonta 2-1 contro il Pontedera, il mister dell’Alessandria Alberto Colombo ha commentato così la prestazione della squadra.

“Nel primo tempo abbiamo giocato sottoritmo, come se fosse una gara tra “scapoli e ammogliati”, siamo andati sotto nel punteggio. Era compito nostro fare qualcosa in più, ma abbiamo mantenuto bassi i ritmi. Poi nel secondo tempo, complici il cambio di modulo, gli innesti e un cambio di atteggiamento, siamo riusciti a capovolgere il risultato. In 11 contro 10, poi, abbiamo sofferto molto e non siamo riusciti a capitalizzare le ripartenze che abbiamo avuto. Alla fine, però, nonostante mille difficoltà e infortuni arriviamo all’ultima giornata con la possibilità di lottare per qualcosa di prestigioso, vista come è andata la stagione sono contento. Dati alla mano, ogni volta che abbiamo perso, poi abbiamo vinto la gara successiva. Ben venga questa risposta, è confortante, un segnale positivo dei ragazzi”.

“Con l’Albissola dovremo fare il nostro dovere” ha aggiunto Colombo in vista del prossimo match Spero di avere sostegno dai tifosi, così da dare entusiasmo a questa squadra, all’inizio contestata perché le attese erano ben altre ma alla fine c’è ancora questa possibilità. Ora dobbiamo scardinare l’ultimo tabù: due vittorie consecutive, forse arriveremmo a un traguardo che fino a ieri era inaspettato”.

Nonostante sia uscito un po’ acciaccato, poi, con l’Albissola dovrebbe esserci Coralli, protagonista dell’ultima vittoria con un gol e un assist: “Oggi aveva nelle gambe meno minuti di quelli che ha fatto ma era un punto di riferimento nel gioco” ha detto Colombo “è stato come un mister in campo, molto utile. Credo proprio che sabato potrà esserci”.