Immagine Casale: si studia una soluzione di emergenza

Prepararsi al peggio. QuestO è l’obiettivo primario al Casale Calcio, in vista della decisiva scadenza di fine mese. Entro il 30 giugno, infatti, dovrebbero arrivare i proventi della sponsorizzazione della bibita Forza Blu che sarebbe stata certificata attraverso una cambiale internazionale con la Moma International Trading. Questa eventualità, è bene ricordarlo, appare poco probabile. Difficile, infatti, che entro fine mese questa operazione, portata avanti dal patron Paolo Di Stanislao, possa andare in porto. Nel frattempo, però, l’imprenditore Giuseppino Coppo sarebbe in procinto di fondare una società che registrerà un marchio legato al Casale, pronta a acquistare il titolo sportivo nella procedura concorsuale, qualora a fine giugno la situazione precipitasse. Ad oggi, quindi, sembra sempre meno probabile la convocazione dell’assemblea dei soci, ipotizzata nei giorni scorsi dal direttore sportivo, Giorgio Danna, tra il 15 e il 20 giugno. Anche i possibili acquirenti del sodalizio monferrino, infatti, preferirebbero al momento restare alla finestra e verificare cosa potrà succedere a fine mese.