Casale: per l’amministratore unico Falanga l’iscrizione in serie D e’ cosa fatta

Ancora qualche altro giorno di attesa e si conoscerà il futuro del Casale. Secondo l’amministratore unico della società monferrina, l’avvocato Domenico Falanga, però, l’obiettivo tanto agognato in queste ultime settimane sarebbe stato raggiunto. “Il Casale è iscritto in serie D, e senza aver stanziato nemmeno la fidejussione al 31/12/2014” ha detto Falanga “Giovedì sera, infatti, è arrivata la lettera dalla Lega Pro. Vista la cifra accumulata dal minutaggio per la valorizzazione dei giovani, infatti, risulta che il Casale non ha debiti nei confronti della Lega.”

D- E come verranno pagati gli stipendi arretrati ai tesserati?

“Saranno pagati con i soldi della fidejussione e con quelli minutaggio. Nel 2011, sotto la gestione Zanon, non erano stati pagati gli stipendi di febbraio-marzo-aprile 2011 e il Casale era andato in liquidazione. Per questo non erano arrivati i contributi del minutaggio.”

D- Ma anche quest’anno stipendi e contributi non sono stati pagati, e da fine 2012 per giunta.

“Quest’anno il Casale non ha preso minutaggi. Si è accumulato un “monte” che ha estinto il credito precedente e ha maturato l’altro credito relativo al 60% degli ingaggi, almeno penso, cosi mi hanno spiegato in Lega Pro. E poi mi sono consultato con il collega Chiacchio che ha confermato tutte queste cose.”

E proprio a proposito di quest’ultima affermazione l’avvocato Edoardo Chiacchio, contattato dalla redazione di Radio Gold News, conferma la presenza di questa lettera: “giovedì pomeriggio mi trovavo al dipartimento interregionale. Ho constatato che la Lega Pro ha inviato una nota per la quale la Lega stessa incamera la fidejussione per gli importi dovuti ai tesserati.” Una parola definitiva si saprà entro il 19 luglio, quando la COVISOD comunicherà l’esito dell’istruttoria, sulla regolarità delle documentazioni presentate.