Casale: ancora un colpo di scena, il ricorso c’e’!

Dopo i tanti “forse” e verbi declinati al condizionale partiamo da una certezza: martedì il Casale ha inoltrato il ricorso in tempo utile alla Lega Dilettanti, in merito alla fidejussione da 31 mila euro considerata non idonea dalla COVISOD settimana scorsa. E’ stata presentata la documentazione che attesta un bonifico di 31 mila euro, sovvenzionato dal patron Paolo Di Stanislao. La lista definitiva delle squadre ammesse alla prossima serie D, diramata dal Consiglio Direttivo della Lega Dilettanti, sarà stilata al massimo entro martedì. Devono infatti trascorrere alcuni giorni affinchè, tecnicamente, i liquidi arrivino sul conto della Lega Dilettanti. La COVISOD, infatti, vuole certificare che materialmente sia tutto in regola e “toccare con mano” l’effettiva sostanza dei pagamenti. Tanta incertezza sul ricorso del Casale è derivata dal fatto che la documentazione è stata presentata all’oscuro dell’avvocato Cozzone (contattato martedì da Radio Gold, ndr) che, comunque, aveva gia preparato tutti gli incartamenti.  

E’ confermato, poi, il fatto che il Casale abbia ripianato i debiti pregressi con la Lega Pro, coperti interamente dalla fidejussione da 300 mila euro versata la scorsa estate. I liquidi versati nel 2012 da Giuseppino Coppo finanzieranno gli stipendi ai tesserati. Resterebbero ancora in sospeso i contributi, per questo l’ammontare complessivo della cifra sfiora il doppio (600 mila euro, ndr), ma dal punto di vista regolamentare non rientrerebbero nei debiti da versare. Potranno essere saldati come un qualunque altro debito verso un qualunque fornitore. Tutto ruota quindi, sull’effettiva bontà del bonfico da 31 mila euro versato in extremis, l’ennesimo colpo di scena in una vicenda quanto mai intricata. I supporters nero stellati, possono ancora sperare.