Viassi lancia il suo Casale: ‘obiettivo: vincere’

Il nuovo Casale ripartirà da Fabrizio Viassi. Il presidente giuseppino Coppo affiderà al rodato allenatore il nuovo gruppo nerostellato per avviare un progetto a lunga scadenza che ha soddisfatto il tecnico: “la piazza è importante anche se purtroppo riparte dalla Promozione – ha spiegato Viassi. Mi hanno convinto due cose: riportare il Casale nelle categorie che gli competono e poi il progetto a lunga scadenza. Avevo ricevuto offerte per diverse squadre della D ma niente mi aveva soddisfatto. Se bisogna fare due passi indietro per farne due avanti questo non mi spaventa. Conosco la piazza, so cosa può dare e perciò non ho avuto esitazioni a dare la mia disponibilità”.

Viassi ha già chiaro cosa fare: “ho molta libertà, sarà una squadra come voglio io con molti giovani e qualche atleta di categoria superiore e di esperienza. L’obiettivo indiscutibile sarà quello di vincere senza aver paura di esporsi. Casale in promozione non può pensare di fare un campionato come le altre“. Ora occorrerà galoppare per recuperare il terreno perduto: “rispetto alle altre squadre, assemblate da anni, avremo qualche difficoltà in più. Lo svantaggio sarà che tutti giocheranno alla morte contro di noi. So cosa ci aspetta e bisogna essere bravi. In particolare occorrerà giocare senza la puzza sotto il naso. Dovremo onorare la maglia che indossiamo sotto tuitti i punti di vista. Forse è la mia sfida più difficile perché dopo anni di serie D riparto dal basso”.
Intanto tra le ipotesi più concrete e quasi certe il ritorno del portiere Castagnone: “mi ha sostenuto come candidatura, è legato alla maglia e vuole finire in bellezza. Sicuramente Michele sarà inizialmente la bandiera e l’esempio del giocatore cui i giovani devono ispirarsi”.