Il suo regalo di Natale Roberto Scarnecchia lo scarterà il 27 dicembre, quando il Derthona si ritroverà dopo le feste. Da questo venerdì infatti il tecnico ex Voghera tornerà alla guida dei leoncelli dopo più di un mese di pausa. Le frizioni con patron Tonetto sfociate nel dopo gara del match contro il Caperana, infatti, sono state ricomposte. “I rapporti con Flavio Tonetto non si sono mai incrinati” ha detto Scarnecchia a Radio Gold News “calcio a parte siamo sempre rimasti amici, il problema era nato proprio da un dissapore “di campo” ma non voglio tornare sul passato. Pochi giorni dopo il mio addio Flavio mi aveva chiesto di tornare ma non c’erano i presupposti. Ora, invece, sembra che sia tornata la voglia di riportare la squadra nella posizione di classifica che merita. Magari tanti allenatori non avrebbero accettato di tornare ma si deve dare una mano quando c’è bisogno, è una sfida che accetto volentieri.” 

L’arrivo di Scarnecchia comporterà necessariamente l’acquisto di qualche calciatore di esperienza, elementi in grado di supplire alle partenze di Camussi e Tignonsini in difesa e del bomber Mussi in attacco. Prima di salutare il Derthona a metà novembre Scarnecchia aveva chiesto tre rinforzi, quasi certamente ora ne arriveranno almeno due, un difensore e una punta, ma su questo il tecnico mantiene il più stretto riserbo. “Il mercato è compito del direttore Balsamo. Spero che già questo venerdì possano esserci delle novità. Sono contento che Tonetto abbia trovato le giuste motivazioni per investire. Speranze di salvezza? Siamo in zona playout e non in zona retrocessione, i ragazzi non avranno grosse difficoltà a riemergere. Li ho visti in difficoltà e non ce l’ho fatta a non interessarmi. Ho deciso di tornare per dare una mano. È troppo facile salire sul carro dei vincitori quando tutto va bene, ora la battaglia si fa dura e mi piacciono queste sfide.”