Serie D: mister Banchieri fa il punto su Novese e Derthona

Dalla fine del 2013 è senza panchina ma non ha comunque mai smesso di documentarsi e seguire il calcio. Per questo abbiamo deciso di chiedere a mister Simone Banchieri di fare il punto sul campionato di serie D delle alessandrine, lui che a stretto giro di posta si è seduto sulla panchina di entrambe. A cominciare dall’esperienza più recente, quella con la Novese. “In quattordici giornate abbiamo fatto 22 punti e nonostante tutto eravamo a tre punti dai playoff, eravamo competitivi con i primi. Ma con la società non c’è stata condivisione sul mercato. Io avrei fatto tre ritocchi, uno per settore per ringiovanire l’età media e calmierare i costi. La società, invece, ha scelto di cambiare più di 15 ragazzi. Non me la sento ora di commentare i risultati attuali. Posso dire che era una squadra organizzata che sapeva cosa fare e giocava bene a calcio. Giocatori come Malgrati, Bortolotto e Zirilli stavano facendo un campionato top, stavano rispettando le aspettative dell’andata. La pesante sconfitta contro il Borgosesia? Purtroppo in quel momento il mercato ha deviato i presupposti della partita, arrivavamo dalla vittoria contro il Sestri Levante ma evidentemente i fattore mercato ha inciso nella testa di tutti noi, ma non credo che debba essere un risultato a determinare l’annata.” Il Derthona, invece, ha iniziato col freno a mano tirato ma, dopo la breve parentesi di mister Longhi, sembra aver ritrovato con Roberto Scarnecchia la giusta dimensione. “Già quando allenavo io la squadra, lo scorso anno, giocatori come Chirico La Caria, Gilio Mazzocca e Montingelli avevano dimostrato di fare bene. Ora stanno facendo il campionato che ci si aspettava. Le qualità sono grandi e la società non molla per tornare a essere competitiva in questo campionato.” 

adv-690