Eccellenza: Casale e Vale Mado arrabbiate con l’arbitro, Castellazzo da brividi ma è primo, riscatto Villalvernia
adv-889

Dopo tre vittorie consecutive è arrivata la prima sconfitta nel campionato di Eccellenza per il Casale Fbc. Nella gara con il Pinerolo, infatti, i nerostellati hanno perso 0-1, colpiti da un gol di Sardo al 26esimo minuto. Sfortunati i padroni di casa, incapaci di acciuffare il meritato pareggio nella ripresa, nonostante un netto predominio territoriale. Più che della prestazione dei suoi ragazzi, però, mister Michele Del Vecchio si lamenta di quella dell’arbitro: “Arbitraggio scandaloso, non so come né perché abbia fischiato certi falli – spiega il mister nell’intervista per Radio Gold News – ha assegnato calci d’angolo a caso, sia da una parte che dall’altra. Per quanto riguarda il gioco, gli avversari hanno trovato un gol strano che non abbiamo saputo rimontare. Abbiamo avuto le occasioni, ma purtroppo la palla non ne voleva sapere di entrare”.

Rocambolesco 5-4 per il Castellazzo, che comunque è riuscito a portare a casa i tre punti contro il San Giacomo Chieri, ultimo in classifica. Fino a dieci minuti dalla fine i biancoverdi sono stati in vantaggio per 5-2, ma poi hanno calato i ritmi e per poco gli avversari non hanno agguantato l’inaspettato pareggio. “Ce la siamo complicata da soli – spiega mister Stefano Lovisolo ai microfoni di Radio Gold News – abbiamo dominato per 90’ e almeno due gol ce li siamo fatti noi. Abbassandoci troppo, abbiamo permesso loro di calciare liberamente. Le altre due marcature, invece, sono state merito loro. Il nostro attacco è stato eccellente, addirittura avremmo potuto fare altri tre o quattro gol. A livello di gioco è stata la nostra migliore gara, però macchiata dalla sufficienza nel finale”. In gol per i padroni di casa Piana al 20’ e 23’ della prima metà di gara, Rosset al 42’ su rigore, Merlano al 7’ della ripresa e poi ancora Rosset al 27’ della ripresa. In classifica i biancoverdi sono primi a 13 punti, in coabitazione con Albese, Pinerolo e Cavour. 

Sbaglia e impara il Villalvernia. Dopo la sconfitta interna con il Casale, infatti, i ragazzi di Fabio Nobili hanno battuto 0-2 il Saluzzo. “Il passo falso con i nerostellati ci ha risollevato – commenta mister Nobili a Radio Gold News – e abbiamo dimostrato il nostro spirito. I gol sono arrivati a metà secondo tempo. Prima Calogero, servito molto bene in area, è stato bravo a incrociare con il sinistro. Poi, dopo 5’, Massaro è ripartito in velocità, si è accentrato da destra verso sinistra e ha scaricato un bellissimo tiro sul secondo palo, dove Peano non poteva arrivare. Vincere qui a Saluzzo è stato davvero una gran risultato. Finora abbiamo guadagnato 9 punti in 6 partite: viste le aspettative di inizio stagione è eccellente”. 

Ancora una sconfitta, infine, per la Valenzana Mado, la quarta in sei gare. Gli orafi hanno perso 3-0  sul campo del Cavour Calcio. Prestazione generosa sul piano fisico per i rossoblu, padroni del campo per tutta la prima parte di gara, persino dopo essere rimasti in dieci per la dubbia espulsione di Ravagnani. Il rosso è stato comunque l’episodio chiave della gara, da cui poi sono scaturiti i tre gol del Cavour siglati da Pareschi e Valerio, oltre ad un gol probabilmente regolare annullato alla Vale Mado sul 2 a 0. La terza rete incassata nel finale di gara potrebbe trarre in inganno chi non ha visto la gara, tutt’altro che dominata dai padroni di casa. La Vale Mado galleggia nella parte bassa della classifica, con soli sei punti, una posizione che non premia il lavoro settimanale della squadra. “Purtroppo è stata una partita clamorosa, falsata” ha ricordato a fine gara mister Alberto Merlo “il risultato è troppo pesante per tutto quello che si è visto sul campo. I miei ragazzi sono stati straordinari, si è giocato per 80 minuti a una porta sola, abbiamo continuato ad attaccare e fare gioco anche in 10, senza Ravagnani. Sono passati in vantaggio, ma paradossalmente siamo andati in crescendo fino al raddoppio surreale di Pareschi. Ha stoppato il pallone con una mano ma l’arbitro non ha fischiato fallo, noi ci siamo fermati e abbiamo preso gol. Poi l’arbitro ha annullato un nostro gol di testa da calcio d’angolo, il motivo non lo sappiamo ancora. Avevamo fuori molti giocatori, e domenica affronteremo la squadra più in forma del campionato. Bisogna leccarsi le ferite e riordinare le idee”.