Alessandria Calcio, Gregucci: “Gara combattuta, bisogna migliorare la manovra”
adv-396

BUSTO ARSIZIO – Nella prima gara del 2021 l’Alessandria non va oltre allo 0-0 sul campo della Pro Patria. Ai microfoni dell’Ufficio Stampa dell’Alessandria Calcio, mister Gregucci ha commentato la prova non esaltante della sua squadra.

Si poteva fare meglio: abbiamo concluso poco e in certe occasioni è mancata la cattiveria. Dobbiamo migliorare la manovra” ha dichiarato l’allenatore grigio, che ha anche riservato complimenti agli avversari: “La Pro Patria è la squadra che ha subìto meno reti di tutte, sa compattarsi ed è molto ostica. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, sfiorando il gol con il mancato tap-in di Corazza. Ma è stato anche molto bravo il nostro portiere“.

La trasferta dello “Speroni” ha messo in evidenza le difficoltà dell’Alessandria nel fraseggio e nella costruzione del gioco con palla a terra: “Ci sono state difficoltà legate anche alle condizioni del terreno di gioco, con il gelo che ha reso difficoltoso giocare su una parte del campo, come mi ha detto anche Parodi. Nelle prime gare eravamo tra le migliori squadre nel fraseggio, senza però raccogliere tanti punti. Quando siamo passati a un gioco più asciutto abbiamo vinto di più. Ora dobbiamo lavorare e migliorare la manovra“.

La maggior libertà degli avversari a centrocampo” ha proseguito Gregucci “è legata anche tridente offensivo, che ho schierato per mettere pressione alla difesa a tre avversaria. Era preventivabile lasciare qualcosa in mezzo al campo. Bisognerà lavorare anche con i nuovi arrivati per ritrovare gli equilibri“. Il tempo però non è molto, con il recupero della gara contro il Como fissato mercoledì 20 gennaio 2021: “Bisogna rimanere compatti, giocare meglio e vincere. La condizione atletica mi sembra buona, ora serve migliorare certi automatismi per sbloccare e gestire meglio le partite“.

Per questo diventano importanti i recuperi degli infortunati e l’apporto dei nuovi arrivi, tra cui spicca l’estro di Mustacchio: “Ha grandi qualità e noi ne abbiamo bisogno, in particolare sull’esterno. Anche Gazzi sta recuperando: ha ancora un minutaggio limitato, ma in caso di necessità potrei utilizzarlo“.