Gregucci: “Contestazione? Ai tifosi voglio bene e voglio continuare a scrivere la storia dei grigi”
adv-982

ALESSANDRIA – “Ho fatto più di 100 partite in maglia grigia, meritando anche la convocazione in nazionale. Voglio bene ai tifosi e, dopo l’avventura in Tim Cup, vorrei continuare a scrivere la storia. Penso di poterlo fare, cerco di lavorare sempre in modo appassionato e serio. Ripeto: voglio continuare a scrivere la storia dell’Alessandria, ho fatto una promessa a una persona“. Alla vigilia del recupero di campionato tra Alessandria e Como, in programma mercoledì alle 15, il tecnico dei grigi ha commentato lo striscione apparso davanti al Moccagatta con su scritto “Gregucci vattene”, il giorno dopo lo 0-0 contro la Pro Patria. “Ricordo che i lombardi hanno reso la vita difficile a tantissime squadre, hanno la miglior difesa del campionato, non è stata una buona gara ma non una prestazione catastrofica“.

La sfida di mercoledì rappresenta uno snodo importante per la stagione di Gazzi e compagni che, con una vittoria, salirebbero al terzo posto, a -8 dal Renate. I lariani sono la seconda forza del campionato e sono reduci da sette risultati utili consecutivi. “Dobbiamo fare una buona gara, una partita importante, dobbiamo essere concentrati e attenti, l’avversario è insidioso” ha aggiunto Gregucci “serve una prova di squadra, di grande compattezza. Sarà una gara difficile, serve una prestazione di squadra, con tutte le nostre migliori qualità”. 

Nei grigi ci sarà anche Gazzi, già potenzialmente a disposizione “per 10/15 minuti” nell’ultimo match. “Giorno è a disposizione. Mustacchio? Devo avere un po’ di tempo per valutare le sue condizioni, per non metterlo a rischio. Faremo le opportune valutazioni con scrupolo certosino”.

Il tecnico ha anche parlato della qualità di gioco della squadra: “Stiamo lavorando per cercare di migliorare la manovra, ci sono dei margini. Tutto il mio lavoro sta andando in quella direzione. All’inizio avevamo una buona fluidità dal punto di vista della manovra ma, paradossalmente, non facevamo punti. Ora le prestazioni sono più attente e concrete ma sono d’accordo che dobbiamo migliorare sul fronte del gioco. Si potrà cambiare qualcosa dal punto di vista tattico ma attenzione e concentrazione saranno essenziali. Dovremo sbagliare in meno tecnicamente e fare una partita gagliarda per dare una soddisfazione alla nostra gente”.