Il Casale cala il tris: Lavagnese ko al Palli
adv-622

CASALE FBC – LAVAGNESE 3-0

Reti: pt 9’ Coccolo (C); st 20’ Poesio (C), 22’ Coccolo (C)

Casale Fbc (3-5-2): Drago; Todisco (34’ st Guida), Cintoi, Bettoni; Mullici (40’ st Lewandowski), Romeo, Raso, Poesio (37’ st M’Hamsi), Nouri; Coccolo (44’ st Cocola), Colombi (30’ st Franchini). A disp: Tarlev, Graziano, Fontana, Lanza. All.: Buglio

CASALE MONFERRATO – Con una doppietta di un incontenibile e ritrovato Coccolo ed un gol di Poesio, il Casale supera al “Natal Palli” la Lavagnese con un inequivocabile e meritato 3-0, allunga a otto la striscia di risultati utili consecutivi, ottiene la seconda vittoria casalinga stagionale che mancava dallo scorso 23 dicembre e rientra a pieno titolo nella lotta per ottenere la salvezza diretta.

Dopo la seconda giornata di ritorno del campionato di Serie D, grazie al convincente successo, i Neri di mister Francesco Buglio, precisi ed ordinati i in tutti reparti, salgono a quota 24 punti in una classifica che si accorcia e che vede il Derthona a 25 ed il trio Lavagnese-Chieri-Arconatese a 26. Un successo dunque che vale doppio, mettendo in luce una ritrovata formazione nerostellata che ricorda da vicino quella della passata stagione, quando lottava per la promozione con Lucchese e Prato, prima di vedersi stoppare a causa della pandemia che sancì, proprio un anno fa, la fine anticipata della stagione.

La cronaca. Pomeriggio inizialmente con cielo coperto, seguito da qualche sprazzo di sole nella ripresa. Temperatura mite: 12°C. Terreno in precarie condizioni. Gara a porte chiuse nel rispetto delle vigenti norme anticontagio. Presenti in tribuna una cinquantina di addetti ai lavori. Osservato, prima della partita, un minuto di silenzio in memoria di Mauro Bellugi, ex giocatore di Inter e Nazionale. Casale in campo con il modulo 3-5-2 e privo degli infortunati Selmi e Fabbri. Lavagnese schierata con il modulo 4-3-3 e con in panchina il nuovo allenatore, dopo l’esonero avvenuto in settimana di mister Gianni Nucera. La conduzione tecnica della squadra è stata infatti affidata a Vincenzo Ranieri che, nelle ultime due stagioni, è stato vice di Nucera e trainer della Juniores bianconera. La tifoseria della squadra Tigullio ha espresso, nelle ore antecedenti la gara, il proprio dissenso con striscioni e volantini rivolti al presidente Stefano Compagnoni. Liguri privi dell’esperto capitan Avellino (il giocatore bandiera dell’intera Serie D con le sue dodici stagioni consecutive in bianconero, tutte in categoria, e oltre 350 presenze), espulso nell’ultimo turno casalingo contro la Sanremese (0-1) e fermato per due giornate dal giudice sportivo.
Alla prima occasione del match la gara si sblocca a favore del Casale. Preciso lancio lungo dalla corsia di destra di Mullici per Coccolo (9’) che supera di precisione l’incolpevole Boschini: 1-0. La Lavagnese fatica a produrre gioco e ci prova in una sola occasione. Punizione quasi dal limite di D’Orsi e colpo di testa di Cantatore (18’) a lato. Il Casale controlla bene e si rende ancora pericoloso al 22’. Punizione lunga di Bettoni per Colombi che dal limite dell’area si coordina, si gira e fa partire un sinistro respinto in angolo da Boschini.

Nella ripresa, il Casale continua a rendersi intraprendente e propositivo, andando vicinissimo al raddoppio al 6’. Lancio lungo di Nouri per Coccolo, incursione in area da sinistra, appoggio per Colombi che tutto solo spreca, colpendo di sinistro in maniera poco incisiva con Boschini che respinge. I padroni di casa insistono in una gara a senso unico. Poesio (17’) si mette in luce con una punizione dal limite ben respinta da Boschini, con palla poi messa in angolo dalla difesa. A metà della seconda frazione i nerostellati trovano, nello spazio ravvicinato di due minuti, l’uno-due vincente che sancisce definitivamente l’esito della partita. Mullici (migliore in campo con Coccolo) crossa dalla destra, uscita a vuoto di Boschini, conclusione ravvicinata di Coccolo ribattuta, arriva Poesio che conclude trovando il gol del raddoppio: 2-0. Palla al centro ed il Casale dilaga trovando la terza rete. Colombi lavora bene una palla dal limite per l’accorrente Coccolo (22’) che conclude dal limite con un preciso rasoterra sul secondo palo e trova la seconda rete personale: 3-0. Mister Buglio utilizza le cinque sostituzioni a disposizione inserendo per primo alla mezzora Franchini al posto di Colombi. I nerostellati sfiorano al 39’ la rete del poker con un’azione confezionata da due neoentrati. Incursione sulla sinistra di M’Hamsi, palla a centroarea per Franchini (39’) che impegna severamente Boschini, migliore dei liguri. E’ l’ultima emozione di una partita conclusa dopo sei minuti di recupero, a seguito dello scontro fortuito di testa Todisco-Bettoni, gioco fermo per tre miunti e Todisco costretto ad uscire anzi tempo per una ferita lacero-contusa all’arcata sopraccigliare destra.
Il campionato dei Neri prosegue ora a ritmi serrati. Si inizia mercoledì 24 febbraio con la trasferta di Saluzzo, nello scontro diretto in chiave salvezza valido per il previsto turno infrasettimanale. Domenica 28 febbraio i nerostellati torneranno poi al “Palli” per affrontare i lombardi della Castellanzese, attuale vicecapolista.