Alessandria Calcio, così si fa! Pro Vercelli ko 1-0 e campionato riaperto
adv-336

PRO VERCELLI-ALESSANDRIA 0-1

Marcatore: Nielsen (Aut) al 45′

VERCELLI – L’Alessandria espugna il “Piola” di Vercelli e riapre la corsa al primo posto in campionato. I Grigi battono la Pro Vercelli grazie a un autogol di Nielsen al termine di una partita giocata con una grinta, un’intensità e una determinazione che in questa stagione non si erano mai viste. La vittoria è dunque meritata, in particolare per la reazione dopo il rigore fallito da Eusepi, che aveva risvegliato i brutti ricordi legati ai fatali errori dal dischetto costati la vittoria contro Lecco e Giana Erminio. Contro le Bianche Casacche, invece, gli uomini di mister Longo rialzano subito la testa, concedono pochissimo a una delle formazioni più in forma del Girone A e passano in vantaggio sugli sviluppi di uno schema da calcio di punizione, fortemente chiamato dalla panchina grigia. Proprio questo è un’altra prova della costante crescita dell’Alessandria anche sul piano del gioco, con gli effetti della “cura Longo” sempre più visibili. In attesa dei recuperi che vedono coinvolte Renate e Como un dato è certo: l’Alessandria vista a Vercelli ha tutte le carte in regola per dare fastidio, e molto, all’attuale capolista lariana.

Mister Longo per completare la difesa con Di Gennaro e Sini sceglie Bellodi al posto dello squalificato Prestia e schiera Mustacchio dal primo minuto a supporto della coppia d’attacco Arrighini – Eusepi. A centrocampo Bruccini e Casarini, con Celia sulla fascia sinistra e Parodi su quella destra.

Il match inizia non nel migliore dei modi, con l’Alessandria che all’8′ perde Sini per infortunio, sostituito da Bellodi. Al 13′ i Grigi avrebbero la possibilità di passare in vantaggio: Auriletto ferma fallosamente Mustacchio in area e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dal dischetto, però, Eusepi si fa parare sia il penalty sia la ribattuta da Saro. Il piglio dell’Alessandria mette in difficoltà la Pro Vercelli, che non riesce a creare grandi problemi a Pisseri. Sul finire del primo tempo la squadra di Longo trova il meritato vantaggio, grazie a uno schema su calcio di punizione: Bruccini serve sulla destra Mustacchio, il cui cross viene deviato in porta da Nielsen. Nei tre minuti di recupero Saro è ancora una volta decisivo nell’opporsi a una conclusione ravvicinata Arrighini, servito da un grande Mustacchio.

Nella ripresa l’allenatore delle Bianche Casacche Modesto inserisce Emmanuello e Clemente al posto dell’ammonito Auriletto e di Nielsen, ma è ancora l’Alessandria ad andare alla conclusione con Mustacchio, che scheggia la traversa. Al 54′ doppio cambio anche per mister Longo che inserisce Corazza e Mora al posto di Mustacchio e Macchioni. I padroni di casa rispondono inserendo forze fresche in avanti, grazie agli ingressi di Comi e Della Morte al posto di Zerbin e Rolando, e al 67′ serve un attento Pisseri a deviare in angolo un colpo di testa di Gatto. La risposta grigia arriva al 73′: su assist di Mora, Eusepi colpisce a botta sicura ma Saro è super nel negargli ancora una volta la gioia del gol. Le Bianche Casacche si spingono alla ricerca del pari, che sfiorano con Costantino, quindi Longo rinforza la fase difensiva, con gli ingressi di Cosenza e Chiarello al posto di Bellodi ed Eusepi. I padroni di casa aumentano ulteriormente l’intensità, sfiorano il palo con Emmanuello e al 94′ trovano un Pisseri superlativo, che fissa il punteggio sul definitivo 1-0.