Mister Longo: “Prestazione di spessore, ora voliamo basso ma non ci precludiamo nulla”
adv-634

VERCELLI – Un mister Moreno Longo comprensibilmente soddisfatto per la prestazione sfoderata dalla sua Alessandria, giustiziera della Pro Vercelli, andata al tappeto dopo ben 15 risultati utili di fila. Ora i grigi sono a -3 dal Como capolista, che ha però ancora una gara da recuperare, e a -2 dalla stessa Pro.

“È stata una partita dove abbiamo fatto una scelta risultata azzeccata” ha detto il tecnico dei grigi “abbiamo deciso di venire qui con questo assetto perché conoscevano le loro caratteristiche. Sono una squadra che fa giocare sporco l’avversario. Per questo abbiamo deciso di combatterli con le loro armi, non facendoli giocare, pressando alto e attaccando la profondità con Arrighini e Mustacchio. La Pro è una squadra forte, molto ben allenata, che sicuramente insieme a noi si giocherà le proprie carte fino alla fine. Sono contento per la prestazione, di spessore, sotto tanti aspetti. Questo deve essere un punto di partenza. Siamo contenti e soddisfatti ma da domani voliamo basso e restiamo umili. Questo atteggiamento deve essere la base, ogni tanto cadiamo in qualche estemporaneità e, invece, dobbiamo ripetere queste partite. Le nostre prospettive non cambiano, ora affrontiamo la prossima, che è la più importante, andiamo avanti di partita in partita col profilo alto. Non siamo stati perfetti, non abbiamo chiuso la partita, abbiamo creato troppe palle gol e, nel primo tempo, dovevamo fare almeno due reti. Dobbiamo essere più cinici per fare il salto di qualità, nell’assalto finale saltano le situazioni preparate, si crea una partita nella partita, ci teniamo questa grande prestazione ma dobbiamo migliorare. Ci sono ancora parecchie partite e tanti punti in palio, non ci dobbiamo precludere nulla, può succedere di tutto, andiamo avanti pensando di fare il massimo, abbiamo ancora squadre davanti, ora superiamo la Lucchese e, con questa base, possiamo far bene, senza mollare di un centimetro. L’entusiasmo dei tifosi? Abbiamo bisogno del loro affetto, sappiamo che il Moccagatta è un valore aggiunto. La tifoseria sa di poter rappresentare un uomo in più, adesso e in futuro vorrei creare una forte unione e coesione coi tifosi, solo così si possono raggiungere grandi risultati”. 

“Perché sostituire Macchioni? Insieme a Bellodi era ammonito, era un rischio troppo alto da correre. Ho preferito mettere parodi dalla parte di Rolando, Macchioni capirà che il bene della squadra viene prima di qualsiasi scelta. Pisseri? Un giocatore importante per noi, a parte una occasione nel secondo tempo su azione e una su calcio piazzato non è stato impegnato e ha pulito bene l’area in alcune uscite. Sappiamo quello che ci può dare, abbiamo fiducia e stima per lui”.

adv-129