Il Casale stecca anche la prima in casa e scatta la contestazione

CASALE – SALUZZO 0-1

adv-371

Rete: pt. 22’ Morero (S).

Casale (4-3-3): Castagnone; Rinaldi, Silvestri, Priolo, Marianini; Didu, Rebollini (st 23’ Mazzucco), Birolo (st 31’ Zaia); Kerroumi (st 18’ Gerini), Garavelli, Sinato. A disp.: Carlucci, Francia, Martinetti, Abrazdha. All. Ezio Rossi.

CASALE MONFERRATO – Un punto in due partite, zero gol all’attivo e campionato già tutto in salita per il Casale FBC, ancora alla ricerca della propria identità da protagonista nel campionato di Eccellenza. Dopo il pari dai molti rimpianti ottenuto fuori casa contro il San Domenico Savio, al debutto stagionale tra le mura amiche del “Natal Palli” i nerostellati di mister Ezio Rossi affondano contro il Saluzzo. Morero sfrutta al massimo l’unica occasione creata in tutta la partita dai granata di mister Rignanese. Con il contagocce le occasioni per i padroni di casa, una sprecata da Kerroumi in piena area nel primo tempo e un bel tiro al volo di Birolo nella ripresa ribattuto dall’attento Marcaccini, oltre alle proteste per intervento falloso in area su Sinato su cui l’arbitro ha lasciato proseguire. Troppo poco per una squadra che voglia lottare per il vertice. Come alla prima giornata, i “neri” non hanno sfruttato la superiorità numerica dopo che l’ex Sacco è stato espulso per proteste nel finale di partita. All’uscita dal terreno di gioco la tifoseria ha subito chiesto alla squadra di reagire dopo lo stentato avvio stagionale Un Casale sottotono, dunque, che ha evidenziato carenze d’organico non ancora colmate. In particolare, manca una seconda punta di ruolo da affiancare al troppo isolato Sinato ed un centrocampista di qualità che faccia da regista. Garavelli, alle spalle di Kerroumi e Sinato, e Didu in mediana, non sono apparsi in grado di creare gioco e di fornire adeguati rifornimenti al reparto offensivo. Infine, la difesa ha pagato a caro prezzo l’unica indecisione di tutta la partita consentendo al 22’ del primo tempo a Morero di insaccare su preciso cross dalla sinistra di Serra.

Ora il Casale è atteso a tre trasferte consecutive che dovranno fare chiarezza sul vero stato di salute della squadra del presidente Luigi Appierto. Mercoledì 9 match decisivo per la qualificazione (ai “neri” basta un pareggio) nel triangolare di Coppa Italia contro il Tortona dell’ex Stefano Melchiori. Domenica 13 prima delle due gare esterne di campionato nella Provincia Granda contro l’Olmo a Cuneo, a cui farà seguito sette giorni più tardi la sfida contro la Cheraschese.

L’intervista al direttore Vittorio Turino [mp3 src=”turino_casae”]

Carlo Biorci