Alessandria Calcio, contro la Recanatese la vittoria è un imperativo
adv-696

ALESSANDRIA – A poche ore dalla notizia della cessione della società da parte dell’attuale presidente Luca Di Masi, nell’undicesimo turno del campionato di Serie C girone B l’Alessandria Calcio scende in campo per uno scontro diretto in chiave salvezza. Oggi, sabato 29 ottobre 2022, alle ore 14.30, infatti, la squadra di mister Fabio Rebuffi ospita al “Moccagatta” la matricola Recanatese, che al momento condivide gli stessi otto punti in classifica dei Grigi.

Oltre a questo dato, entrambe le formazioni condividono gli stessi risultati nelle ultime tre gare di campionato: due pareggi e una vittoria. L’Alessandria Calcio, dopo la vittoria esterna contro il San Donato Tavernelle, ha raccolto i pareggi a reti inviolate con Torres e Vis Pesaro, mentre la Recanatese ha trovato la prima storica vittoria in Serie C nell’ultimo turno contro il Siena, dopo i due 0-0 contro Lucchese e Pontedera.

La squadra di mister Giovanni Pagliara, quindi, sta vivendo un momento di ripresa dopo un avvio di campionato piuttosto difficile. Lontano dall’ “Helvia Recina” i marchigiani finora hanno raccolto soltanto due punti, a differenza dei sei in casa, conquistati soprattutto grazie alla difesa. I giallorossi, infatti, al momento sono il peggior attacco del Girone B, con cinque gol messi a segno nelle prime dieci giornate. Il modulo più adottato da mister Pagliara è il 4-4-2, con l’esperienza di Marilungo e Sbaffo nel tandem d’attacco. Proprio quest’ultimo, insieme al centrale Ferrante e al centrocampista Raparo, rappresentano l’ossatura della squadra, alla quale si aggiungono giovani provenienti da società di categoria superiore come Ventola, attaccante di proprietà dell’Ascoli, Alfieri del Benevento, Quacquarelli o Somma, provenienti dalle giovanili del Pescara e del Napoli. Al primo anno nella terza serie nazionale, l’obiettivo dei leopardiani è la salvezza e per questo motivo uscire imbattuti dal “Moccagatta” sarebbe una grande iniezione di fiducia: “Abbiamo massimo rispetto per l’Alessandria, che come noi non è partita bene ma poi ha migliorato il proprio modo di giocare. Però abbiamo individuato qualche loro punto debole e credo che potremo giocarcela. Dipende molto da noi.” ha dichiarato mister Pagliari nella conferenza stampa pre partita.

adv-767

Morale alto anche in casa Alessandria, dove a detta di mister Fabio Rebuffi le notizie sulla cessione societaria non hanno minimamente distolto l’attenzione dei giocatori dal campo. A maggior ragione dopo i tre risultati utili consecutivi, la parola d’ordine resta “continuità”, anche se quella con la Recanatese è a tutti gli effetti una partita da vincere. Ritrovare il successo casalingo, che manca dal 2-1 ai danni della Carrarese del 24 settembre, significherebbe allontanarsi dalle zone bollenti della classifica e, compatibilmente con gli altri risultati, la possibilità di lasciarsi alle spalle per la prima volta la zona play-out. Ma soprattutto vorrebbe dire portare a proprio favore uno scontro diretto con un’altra diretta concorrente alla salvezza, dopo il San Donato Tavernelle. La settimana piena di lavoro ha permesso a Martignago di entrare maggiormente negli schemi e di affinare l’intesa con i compagni, in un reparto offensivo sotto la lente d’ingrandimento: il solo gol segnato nelle ultime tre partite è un dato da migliorare e il rientro in infermeria di N’Gbesso, che si aggiunge ai lungodegenti Pagani e Sylla, non aiuta. Per questo motivo i passi avanti del nuovo arrivato in via Bellini fanno ben sperare per le prossime giornate. L’altra faccia della medaglia è una difesa che sembra aver trovato l’intesa vincente, come dimostrano gli “0” nella casella delle reti subite nelle ultime tre gare. Difficile, quindi, ipotizzare un cambio nelle pedine titolari.

Ad arbitrare questa delicatissima sfida dell’undicesimo turno di Serie C girone B sarà il signor Emanuele Ceriello della sezione di Chiari.